Ancora qualche consiglio per chi si cimenta - per lavoro o per diletto, con intensità e abnegazione quotidiana o a tempo perso - con il magico mondo della divulgazione dei propri contenuti su web. Il mio pensiero è chiaro: chiunque voglia investire sui social network con una mission specifica dovrebbe avere a monte un contenitore proprio di contenuti da divulgare e che costituisca il perso della propria strategia online.
Il marketing relazionale ha bisogna del marketing contenutistico.

Ma affinché gli sforzi non risultino vani è opportuno agire con metodo e seguendo gli esempi di chi già ha avuto successo con un blog. Jeff Bullas ha trasformato la divulgazione dei contenuti che parlano di webmarketing e di social network in un vero e proprio business. Da suo blog 14 trucchi per avere successo con un blog.

Si è parlato per molti anni della morte dei blog.
I social network come Facebook e Myspace si sono presentate come piattaforme multimediali di facile utilizzo,utili a condividere le proprie esperienze di vita e i punti di vista sul mondo:a prima vista sembravano però una novità alternativa che avrebbe portato alla scomparsa dei blog.
Come afferma Mark Twain, in una sua famosa citazione "Le notizie sulla mia morte sono decisamente esagerate".
I blog non stanno scomparendo, si stanno semplicemente evolvendo.
Basta anche solo guardare al successo di piattaforme come Tumblr negli ultimi 2 anni con livelli di traffico attualmente a 90 milioni di visitatori al mese (12 mesi fa erano solo 10 milioni) per rendersi conto che "l'auto-espressione" è sicuramente diventata la nuova forma di intrattenimento per eccellenza.
I blog stanno diventando sempre più social e visivi, in altre parole, un "genere editoriale" a tutti gli effetti.

Tre tipi di blogger

I Blogger si presentano in mille colori,    sapori e forme. Fondamentalmente ne esistono di tre tipi.

Il blog personale generico

Alcuni blog parlano della vita e delle esperienze quotidiane del cosiddetto "blogger personale generico". Le piattaforme blog come Tumblr.com o Blogger.com aiutano e spingono il generico blogger ad uscire allo scoperto.
Facebook o Google+ sono un'altra opzione per questo tipo di blogger.
La creazione di una "pagina" su Google+ o Facebook (piuttosto che un profilo personale) è forse tutto quello di cui hanno bisogno.

Blogger professionista "serio"

Altri scriveranno su un blog per raggiungere un mercato globale e monetizzare il loro contenuto e il loro traffico, attraverso discussioni, partnership e opportunità aziendali strategiche, vendendo ebooks o grazie a seminari online.Social Media Examiner è un ottimo esempio di questo tipo di blog, con una visione chiara,mirata e con una precisa idea di marketing. Per fare tutto questo, servono tre requisiti fondamentali:
1. un software per blog come WordPress (che vi da un controllo totale per una personalizzazione completa)
2. dev'essere self hosted con un servizio di provider internet (ISP)
3. lo stesso nome del vostro dominio (es: giovannifracasso.it)
Questi tre elementi forniscono un'ottima risorsa per l'adattamento.

Blogger aziendale

I blogger aziendali mirano a diffondere l'influenza brand, creare lead e aumentare le vendite.
Hubspot fornisce un buon esempio di cosa si può fare in questo segmento.
I benefici in questo caso comprendono anche una migliore ottimizzazione che posiziona l'azienda come una trend setter autorevole e una esperta del suo mercato e settore.

Ma come iniziare?
La paura che i vostri pensieri e articoli verranno esposti davanti al mondo del web vi potrebbe scoraggiare ma per molti esiste un'unica soluzione al problema del "come iniziare".
Fatelo e basta!
Nel mio caso, appena ho avuto un'intuizione su quello che mi appassionava davvero, il passo più complicato è stato proprio quello di iniziare senza farmi troppi problemi.
Tutti abbiamo obiettivi e aspettative diverse e qualunque sia il tipo di percorso da blogger che state intraprendendo o che volete intraprendere, dovete sempre ricordare a voi stessi che più entusiasmo ci mettete dentro, più ne uscirete sani e salvi.
Se siete un po' insicuri "iniziate e basta!": la strada diverrà più chiara e il cammino più luminoso e scoprirete più cose su di voi e sugli altri.
Alcuni di noi sono spaventati dall'idea di rivelarsi al mondo e ad un pubblico.
Ricordate sempre -"La fortuna aiuta gli audaci".
Quando ho iniziato, ho scoperto quello che era importante e quello che non lo era.

14 modi per scrivere un blog globale di successo

1. Iniziate con delle basi solide

Potreste pensare che non arriveranno molte persone appena inizierete a scrivere e che nessuno vi noterà. È sempre meglio essere preparati alla crescita avendo una piattaforma che si potrà adattare via via e alla quale sarà semplice apporre cambiamenti.Una piattaforma WordPress  self hosted con un nome uguale a quello del dominio che possedete è un'ottimo punto di partenza,

2. Sappiate a "chi" state parlando

Dovete comprendere chi è il vostro pubblico.Quali sono i suoi problemi, che parole usa, che libri e riviste legge, che mezzi preferisce (video, articoli e immagini) per poter meglio comunicare.

3. Creare un contenuto attraente

Se capite qual è il target di mercato per il vostro blog allora sarà più facile creare un contenuto che coinvolgerà i vostri pubblici , farà ritornare i vostri lettori e li farà iscrivere al vostro blog.

4. Creare un contenuto su una serie di mezzi diversi

Tutti noi siamo diversi: alcune persone preferiscono leggere un articolo e altre preferiscono guardare un video. Per rivolgervi al pubblico più ampio possibile preparatevi a mescolarli e creare un contenuto in tutti i formati che vi potete permettere in termini di tempo e risorse.
Potrebbe essere un video su Youtube, una presentazione Slideshare o un post sul blog, un eBook o una relazione aziendale. Anche le infografiche che presentano dati complessi sono attraenti per i vostri lettori e spettatori.

5. Imparate l'arte del titolo

Alcuni dicono che avete solo due secondi per catturare l'attenzione di qualcuno con un titolo intrigante, altri dicono che basta mezzo secondo! Indipendentemente da queste opinioni è comunque un tempo "breve": imparare a scrivere titoli per attirare e stuzzicare i lettori a cliccare su un vostro articolo è fondamentale in un mondo che è sempre più a corto di tempo.

6. Strutturate i vostri contenuti per lo scorrimento e la scrematura

Quando i vostri lettori stanno leggendo il vostro post non c'è niente di più pesante di un blocco di testo uniforme che nasconda i punti chiave.
Usate:
- dimensioni del testo leggibili (12-14)
- sottotitoli
- elenchi puntati
- diagrammi e screenshot che esprimano il vostro messaggio della maniera più rapida e semplice possibile.
Rendeteli facilmente leggibili e "digeribili".

7.Collaborate con altri blogger e trend setter

La collaborazione è vitale in ogni momento e così come il reclutamento di altre persone.
Potete iniziare twittando e condividendo il contenuto di altri e scoprirete che, a loro volta, condivideranno i vostri post verso i i loro network.
Chiedete agli esperti di scrivervi un guest post o scrivete voi per loro un guest post.
Trovate degli esperti che abbiano una base di lettori per voi interessante ed offritevi di fare loro pubblicità.
Dovete dare prima di ricevere!

8. Pubblicizzate il vostro blog

Esistono un oceano di contenuti e un mare di blog in giro (oltre 150 milioni).
Cliccare semplicemente "pubblica" sul vostro blog non è che l'inizio. Èassolutamente fondamentale imparare e applicare tecniche di email e di social media marketing efficaci. I tre tipi di leve di marketing di cui avete bisogno sono le email e le strategie e le tattiche di marketing su Facebook e su Twitter.

9. Ottimizzate il blog e i social network

In tutto questo calderone, ci troviamo ancora in un web che è governato non solo da Facebook ma anche da Google e da altri motori di ricerca. Ottimizzate il vostro blog affinché Google possa indicizzare il vostro blog e posizionarvi più alto nella lista dei risultati di ricerca.
Anche i canali di social media che possedete devono avere un titolo, una descrizione, delle categorie e dei tag per parole chiave.

10.Un'iscrizione facile da fare

Non rendete difficile per le persone iscrivervi al vostro blog, sia essa un'iscrizione tramite email, RSS o su uno qualunque dei vostri social media network come Facebook, Twitter e Google+.  Fornite i pulsanti o le funzioni "iscrizione" che aiutano le persone a seguirvi nel modo che più preferiscono.

11. Una condivisione facile e rapida

Vedo che molti blog non hanno un pulsante retweet o un condividi/like di Facebook. Se questo è il caso del vostro blog allora vi state lasciando scappare una gran quantità di traffico e visibilità.  Se volete che il vostro contenuto e brand si diffondano rendete facile per le persone twittare ai vostri network e la condivisione di contenuti ai loro amici su Facebook.

12. Ascoltate i vostri pubblici

Viviamo in un mondo che cambia velocemente e le tendenze sono sempre molto effimere Dovete mantenere un occhio su quello che è in sintonia con i vostri lettori e visitatori. Provate un tipo diverso di contenuto e mantenetevi sempre al passo con i tempi. Dovrete continuare a modificare il vostro contenuto per incontrare le necessità dei mezzi in continuo cambiamento e dei vari soggetti nel vostro mercato e settore.

13. Siate creativi e non abbiate paura di fare errori

Sbagliate spesso. Nel mondo della stampa ed degli alti costi di produzione sbagliare costava caro ed era a volte fatale per il vostro conto in banca.
In un mondo digitale con zero costi di distribuzione e bassi costi di produzione, potete permettervi di sperimentare e sbagliare "in fretta" e a costo ridotto
Provate diverse idee, funzionalità e opzioni per vedere quello che funziona e quello che non funziona

14. Insistete e siate pazienti

Come sempre, non potrete costruire nulla di un certo peso da un giorno all'altro. I social network vi permettono di adattarvi globalmente ad una velocità, una viralità e una portata che i mezzi tradizionali non avevano mai raggiunto.
La pazienza e la persistenza sono sempre dei tratti da non sottovalutare. Vi potrebbe sembrare che a volte non stia succedendo niente, ma se continuate ad imparare e applicare questi principi di base rimarrete sorpresi dai risultati e le opportunità che vi si presenteranno.

Conclusione

Scrivere un blog può essere un'avventura e una opportunità per cambiare la vostra vita e migliorare il vostro business.
Fornisce un forum e una piattaforma per costruirvi una tribù globale alla quale potete affidare il compito di condividere le vostre idee, il vostro brand personale e le vostre conoscenze. Vi può posizionare come un leader del pensiero e come esperti della vostra nicchia di mercato.

Il social web con i suoi network "molti a molti" ha rivoluzionato completamente la produzione di contenuti e la loro distribuzione ed ha rappresentato il più grande cambiamento per le riviste, i libri e l'editoria dai tempi della stampa di Gutenberg più di 500 anni fa.

Siete pronti a cogliere questa opportunità e magari cambiare la vostra vita?

[fonte: http://www.jeffbullas.com/2012/01/06/the-14-keys-to-successful-and-influential-global-blogging/]