LinkedIn, per quanto utilizzato da molti, è forse oggi il social network meno considerato quando si parla di intraprendere strategie aziendali o di marca. In realtà LinkedIn, oltre a presentare il curriculum vitae, è un potente strumento per mettere in relazione conoscenze, persone, temi e marche. Tutto sta nell'utilizzarlo correttamente. La divisione business di Mashable ha pubblicato un articolo di Linda Cole che offre interessanti spunti per chi volesse intraprendere questa direzione ed investire qualche risorsa su Linkedin.
(Linda Cole è autrice del libro Lean Marketing with Social Media in 7 days (Wiley), esperta e consulente di social media presso Blue Banana).

LinkedIn offre diverse opportunità di marketing, ma andiamo ad approfondire alcuni dei suoi strumenti meno conosciuti. Anche se alcuni di questi sono a pagamento, cercate di lasciare un posticino nel vostro budget per un paio di semplici ed efficaci strategie di marketing.

Che stiate cercando di aumentare la consapevolezza di marca o aumentare le vendite, seguite i consigli del Team di LinkedIn. Che cos'altro potreste scrivere sul profilo per i vostri pubblici di interesse oltre alla carica occupata, il settore dove lavorate, l'area funzionale eccetera eccetera?

Provate questi 5 strumenti Linkedin per un marketing più efficace:

1. Pubblicità su LinkedIn
Iniziate con degli annunci self service da LinkedIn. Potete indirizzare il vostro annuncio secondo il criterio dell'area geografica, della carica occupata, del settore, azienda, dimensione, anzianità, età e sesso, così come secondo il nome dell'azienda, gruppo di LinkedIn o professione.
Avete molto spazio di manovra per definire il vostro audience.
Il vostro annuncio sarà esposto sopra, in basso, o sul lato destro dell'home o profilo del membro, e potrà contenere testo e/o immagini. Linkate il vostro annuncio al vostro stesso sito web, alla pagina Linkedin della vostra azienda, al vostro gruppo o a qualsiasi altro link vogliate indirizzare il vostro vistatore, per offrirgli ulteriori informazioni. O pensate per esempio ad inviare al vostro visitatore il link verso la vostra pagina Facebook aziendale. Dove magari alla fine finirete per ricevere anche un "Mi piace".
In termini di costi, gli annunci su LinkedIn funzionano in maniera molto simile ad altri sistemi di pubblicità testuale, su base d'asta o d'offerta.
Potrete pagare o con il metodo CPC (costo per ogni click) o CMP(costo per 1.000 visualizzazioni)
Proprio come ogni altra piattaforma pubblicitaria, tenete sempre in considerazione le best practices di LinkedIn in materia.

2. Banner Linkedin
Comprate banner linkedin: lo spazio pubblicitario nel lato destro di tutti i profili  delle home è una sorta di primo immobile di una proprietà pubblicitaria. Lo spazio può essere usato in diversi modi, e non si tratta solo di immagini statiche esclusive. Si possono aggiungere video, un feed blog o anche un feed Twitter.

Il passaparola ha un potere incredibile, per questo è necessario tenere in seria considerazione la possibilità di creare i cosiddetti reccomendation ad di Linkedin : se qualcuno che fa parte del tuo network ha consigliato un tuo prodotto o un servizio, questo consiglio verrà visualizzato come una sorta di annuncio sui profili di altre persone che a loro volta appartengono al network di quella persona. I membri di Linkedin possono suggerire il prodotto direttamente dall'annuncio.

Qualche proposta per esporre i vostri annunci:
- Posizionate l'annuncio della vostra azienda sulla pagina aziendale di Linkedin per mantenere la consapevolezza del brand e la coerenza del vostro programma online.
- Posizionate il vostro annuncio su ogni singola pagina profilo dei vostri dipendenti. Rendete ogni membro del team un ambasciatore del brand,
- Fate pubblicità al vostro gruppo Linkedin tramite un annuncio sullo schermo per il vostro pubblico di riferimento.

Il costo di questa pubblicità dipende dal pubblico che avete intenzione di conquistare. Linkedin vi registrerà un addebito su base CPM. Per ulteriori informazioni rivolgetevi ad un sales representative di Linkedin.

3. Aggiornamento della pagina aziendale
A questo punto, in linea teorica ogni azienda dovrebbe aver già creato una propria pagina Linkedin, ma qualche altro extra per migliorare ulteriormente l'esperienza vissuta dal vostro visitatore non può certo far male.
-Tabella generale: fornisce ai membri di Linkedin una fotografia coerente con la rete di relazioni che ruotano intorno alla vostra azienda.
-Tabella di prodotti e servizi: espone in vetrina i vostri migliori prodotti e servizi e permette alla vostra azienda di richiedere e visualizzare dei consigli sui prodotti.
-Tabella analitica: permette agli amministratori di pagina di avere un'idea generale su chi segue l'azienda.
-Pagina "Lavora con noi". Da informazioni sui posti vacanti all'interno della vostra azienda e propone uno spazio dove interagire con chi cerca lavoro. Guarda la pagina Lavora con noi di Dell.

Investendo in una pagina "Lavora con noi" Silver o Gold, potete proporre un contenuto aggiuntivo, come video, spunti su quella che è la vostra cultura aziendale i risultati ottenuti dai dipendenti.
È interessante notare che, secondo i dati forniti da LinkedIn, esistono più di due milioni di pagine aziendali su Linkedin ma solo circa 200.000 di fatto hanno aggiunto i loro prodotti e servizi.
E voi? Avete aggiunto i vostri?

4. Gruppi clienti
Un gruppo di clienti è molto simile a un gruppo classico, tranne per il fatto che grazie ad esso guadagnerete un ampio spazio per personalizzarvi una sezione sul lato destro della pagina. Potrete aggiungervi video, aggiungere un blog, feed Twitter o altri feed RSS.
Provate, per esempio, anche ad aggiungere un sondaggio, grazie al quale potrete porre domande ai membri del vostro gruppo in maniera semplice e rapida.

5. Messaggi dei partner
Una delle opzioni disponibili con un account premium è la possibilità di inviare InMAIL, o email private, grazie al network LinkedIn. Le InMail vi permettono di contattare chiunque sul network LinkedIn, che voi lo conosciate o meno, ma pagando una piccola quota.

I messaggi Partner funzionano secondo lo stesso principio, ma sono pensati come un invio massivo di email.
Permettono alle aziende di inviare note ad un pubblico dedicato, includere una pagina di destinazione in co-branding, una unità pubblicitaria ed un bottone "richiesta-di-aiuto". Questi messaggi possono essere condivisi in maniera molto simile su Linkedin, Facebook e Twitter. Ma fate attenzione: un messaggio Partner può essere inviato esclusivamente ogni sessanta giorni.

Per molte persone, LinkedIn è ancora una miniera d'oro virtuale (non sfruttata), tuttavia le aziende possono effettivamente trarre vantaggio dai suoi sofisticatissimi strumenti di marketing, che si adattano ad ogni tipo di budget.

[fonte: http://mashable.com/2012/02/10/linkedin-marketing/]