Siete sicuri che il vostro profilo di LinkedIn sia compilato bene? Sicuri sicuri? Magari ci avete messo qualcosa che proprio bene alla vostra immagine personale non la fa...Gettit Hall è amministratore delegato e co-fondatore di RezScore, un'applicazione web gratuita che legge, analizza e valuta curriculum in maniera istantanea. Hall ci spiega cosa dobbiamo evitare di mettere sul nostro profilo di LinkedIn (meritevole di un confronto, anche se non sono proprio d'accordo su tutto: per esempio credo che età e stato civile siano indispensabili fin da subito per inquadrare la persona che mi interessa assumere...)

Molte persone pensano che i profili di LinkedIn e i loro curriculum siano intercambiabili, ma non è certo inviando il vostro intero profilo Linkedin ad un potenziale datore di lavoro che otterrete un colloquio.
Anche se esiste un servizio LinkedIn apposito per la creazione di un curriculum, esso non fa altro che riformulare il vostro profilo esistente in un curriculum è non è adatto per mostrare davvero il valore che potreste apportare alla specifica posizione per la quale vi state candidando.

1. Tutta la vostra esperienza

Quel lavoretto che avete fatto quando eravate al liceo probabilmente non c'entra molto con il percorso universitario o lavorativo che avete completato 5 anni dopo, quindi non includetelo nel vostro curriculum.
Le esperienze che proponete nel vostro cv dovrebbero essere rilevanti per la posizione per la quale vi state candidando: mostrate a dei potenziali datori di lavoro i vostri risultati e traguardi pertinenti per ogni posizione in un elenco puntato.
Un curriculum dovrebbe essere più focalizzato su un particolare ruolo piuttosto che sul vostro profilo.
Pensate al vostro profilo LinkedIn come un "curriculum maestro" e poi estrapolate le informazioni più rilevanti da esso per costruire un curriculum per ogni posizione a cui mirate.

2. Pubblicazioni

È vero che un potenziale datore di lavoro potrebbe aver bisogno di vedere il vostro portfolio di lavori o leggere un vostro pezzo, ma includere link nel vostro curriculum riguardo a tutto quello che avete scritto nella vostra carriera è superfluo.
Al contrario, tenere traccia di tutto ciò sul vostro profilo LinkedIn può rivelarsi utile, particolarmente quando il datore di lavoro vi chiede link di lavori precedenti o di scrivere pezzi vostri sul modulo di domanda.
Invece di includere link a tutto quello che avete fatto, fornite semplicemente un link al vostro profilo LinkedIn o al portfolio online sul vostro curriculum (oppure nella vostra firma e-mail) per permettere alle persone che vi faranno il colloquio di controllarlo quando sarà loro possibile.

3. Raccomandazioni

Si, dovete avere delle referenze a portata di mano per andare avanti nel processo di assunzione, ma non è necessario prendere un sacco di spazio sul vostro cv con frasi come "referenze disponibili su richiesta".
I datori di lavoro se lo aspettano, quindi non serve dirlo-magari non includetene nessuna. In ogni caso sappiate che è abitudine dei datori di lavoro chiedere informazioni del genere più avanti nel processo di assunzione, anche se comunque qualcuno potrebbe richiederle già nel modulo di domanda.

4. Interessi

Anche se è molto bello permettere alle vostre connessioni di leggere i vostri interessi su LinkedIn, un potenziale datore di lavoro non ha bisogno di sapere che vi piace giocare a basket se state facendo richiesta per un lavoro nel settore dell'informatica.
Vale lo stesso per la vostra passione per la cucina se il vostro percorso professionale non ha a nulla a che vedere con niente di lontanamente culinario. Lasciate tutto questo per i social media - nel caso in cui chi vi farà il colloquio lo andasse a controllare.

5. Compleanno

La discriminante dell'età è una grossa preoccupazione per le persone che cercano lavoro, che siano più rodate o appena uscite dall'università.
Anche se può essere utile per i contatti LinkedIn sapere quando mandarvi un messaggio di auguri, non avete bisogno di includere nessuna informazione personale come la vostra età o il compleanno sul vostro curriculum.
Al contrario, dovete sottolineare la vostra esperienza e capacità per dimostrare al datore di lavoro perché siete pronti scattanti ed operativi, indipendentemente dalla vostra età - e ciò significa che dovreste fornire un curriculum interessante ma allo stesso tempo conciso.

6. Stato civile

La vostra vita personale resta personale.
Che siate sposati o single questo non dovrebbe influire sulla vostra capacità per fare un buon lavoro, non date ai datori di lavoro informazioni sui vostri affari personali più di quanto non sia necessario. Anche se le persone che cercano lavoro, abituate a fare dei curriculum vitae tipicamente includono anche delle informazioni personali, come lo stato civile, il luogo di nascita oppure il nome del proprio compagno/a, non è appropriato inserire queste informazioni aggiuntive sul vostro curriculum.

[fonte: http://mashable.com/2012/05/12/linkedin-profile-resume]

Per CONSULENZA e FORMAZIONE per il SOCIAL MEDIA MARKETING della TUA AZIENDA clicca qui.