consulente SEO
Proseguiamo con una raccolta di opinioni su cosa ci attende nel 2012 al riguardo di vari aspetti del marketing. Su Bostom.com Philip Guarino di Elementi Consulting parla delle tendenze del marketing digitale per i prossimi 12 mesi.
Strategie di marketing focalizzate sugli utenti più influenti nei social network, video pervasivi, budget per ottimizzare l'esperienza su cellulari e tablet sono alcune delle linee di tendenza che Guarino, con estrema sintesi e lucidità esprime.

Il mondo in rapida evoluzione del digital marketing ha vissuto cambiamenti profondi nell'ultimo anno. Il 2012 ci proporrà nuovi e ben più interessanti sviluppi.

SEO (Search Engime Optimization): un contenuto astuto

Il recente (e probabilmente ritardatario) cambiamento dell'algoritmo di ricerca di Google, il sistema di calcolo per il posizionamento dei siti, è stato la svolta del 2011. Il precedente algoritmo di Google dava un peso minore alla frequenza con la quale un'impresa veniva citato su piattaforme social come Twitter ed un peso maggiore alla rilevanza. Da un lato, aspettatevi di vedere più risultati associati alla rilevanza specifica e nei social network e meno a contenuti incomprensibili; dall'altro, dato che la sua gamma di prodotti diventa apparentemente più corposa, prevedo dei possibili contraccolpi sull'offerta delle parole chiave di Google per siti di offerte promozionali (avete notato quanto questi siti sponsorizzati si stanno lentamente impadronendo della pagina dei risultati?). Il peso di un contenuto autentico, rilevante e tempestivo per le aziende svolgerà un ruolo sempre più importante.

Gestione del trend-setter: è nata una stella.

Il marketing 101 insegna agli studenti di economia i pregi della segmentazione. Oggi, quando pensiamo al concetto di testimonial vip pensiamo a Sears e ai Kardashian. In ogni caso sono sempre più spesso esperti del territorio a diventare le nuove celebrità moderne che influenzano le decisioni dei consumatori.
Aziende come Klout adesso assegnano dei punteggi di "influenza" agli utenti del web, offrendo agli esperti di marketing un'idea su chi più probabilmente parlerà del loro brand.
Con alcuni casinò di Las Vegas che già stanno offrendo upgrade ai clienti con alti punteggi Klout, aspettatevi di vedere un maggior numero di aziende che offrono incentivi speciali (prezzi vantaggiosi, regali o informazione personalizzata) a chi considerano possa influenzare più facilmente altri clienti.I grandi portali di aziende quali Youcast stanno venendo allo scoperto per permettere agli esperti di identificare i principali trend setter più adatti per la clientela di un'azienda. Aspettatevi che le aziende nel 2012 concentrino l'attività marketing verso quei clienti che più probabilmente saranno trend-setter grazie al loro seguito o sugli ambasciatori del marchio.

Cellulari e tablet: un balzo in avanti

Nel 2010, per la prima volta nella storia dei supporti informatici, le vendite di tablet hanno superato le vendite di computer fissi. Tuttavia, molte aziende continuano ad incanalare la maggior parte degli investimenti nella loro presenza sul web, continuando a considerare l'uso di cellulari e tablet come un vezzo quasi superfluo; aspettatevi un cambiamento di atteggiamento nel 2012.
Il più saggio degli esperti saprà anche come fare appello al consumatore senza untethered.
Sfrutteranno delle tecnologie di geo-localizzazione (check-in alla Foursquare e presto anche i sistemi walk-by) per offerte personalizzate, un miglior uso di codici QR per raccogliere dati e collegarsi all'esperienza in-store. E fuori dagli USA, il mobile sta giocando un ruolo sempre più importante, dato che il uso è prevalente, con una tecnologia wireless spesso superiore ai vecchi network collegato via modem.

Facebook: Occhio ai quei cambiamenti nel budget marketing.

Con una quantità di tempo passata sui social media che ora supera il 23% e Facebook che di questo tempo si prenda la fetta del 90 % , è ormai chiaro per le aziende come Facebook sia un portale interessantissimo per gli operatori del mercato. Nonostante ciò i fondi per la pubblicità vengono investiti ancora principalmente su stampa e televisione, mezzi sempre meno utilizzati dai consumatori. A mano a mano che le aziende iniziano a rendersi conto dove i consumatori effettivamente passano il loro tempo, inizieranno a riallocare risorse preferendo piattaforme social ai mezzi tradizionali, con Facebook che in questo senso fa la parte del leone. E di conseguenza, continuerà la crescita esponenziale delle apps software di Facebook da aziende quali Buddy Media, Wildfire e Tigerfly ,nel frattempo le aziende cercano ardentemente ad organizzare, aumentare e misurare la loro efficacia sulla piattaforma. E aspettatevi che Facebook stesso si evolva nel 2012, offrendo prospettive migliori e migliorando la loro funzionalità di e-commerce o "f-commerce".

Video: Emozionante e virale

Il 2012 sarà probabilmente un anno d'oro per i video. Estremamente più emozionante di un testo, il video è un mezzo talmente prezioso da inserirsi perfettamente in un internet sempre più sociale. L'85% degli Americani guardano video online, e ne guardano anche parecchi - oltre 1, 3 miliardi (si, MILIARDI) di video al giorno.
Alcune ricerche dimostrano livelli molto più alti di interesse e di conversione di clienti verso i brand che mostrano dei video nei loro siti web. Assisteremo al leader indiscusso, Youtube, che proporrà una nuova organizzazione e migliore funzionalità, che renderà la creazione di contenuti e la condivisione più semplice - rafforzando in effetti il suo ruolo fra le piattaforme di social sharing.
E marchi innovativi come Vsnap di Boston, la cui tecnologia permette agli utenti di creare e inviare brevi messaggi video sfrutteranno la democratizzazione della creazione di contenuti e il desiderio per uno sharing più dinamico.
Aspettatevi che il video advertising cresca significativamente essendo un'arena molto meno affollata rispetto alla televisione.
Infine, il 2012 potrebbe essere l'anno in cui tecnologie di shopping online che utilizzano i video come ad esempio (e)-motional (uno strumento che permette agli utenti di cliccare, condividere ed acquistare articoli senza nemmeno abbandonare il video) cominceranno a prendere piede.

Internazionalizzazione e localizzazione: Regole di rilevanza.

Mentre in linea teorica Internet non ha confini, poche aziende sanno come coltivare e raccogliere un pubblico internazionale in maniera efficace.
Aspettatevi un cambiamento nel 2012.
I dati dimostrano che i brand con una presenza localizzata nel web e nei social media godranno di risultati notevolmente migliori e un passaparola positivo per il brand.
Ma la distinzione fra internazionalizzazione e la localizzazione è davvero molto importante.
Gli sforzi per una localizzazione di successo vanno molto oltre la semplice traduzione linguistica.
Essi creano e promuovono contenuti che sono interessanti per il pubblico locale.
Aspettatevi che le aziende presteranno più attenzione al restante 88% degli utenti di internet che non vivono negli USA.

Qual è il collegamento fra tutti questi?
Tutti comportano l'uso di strumenti e tecnologie che aumentano l'interesse e migliorano l'interazione.
In effetti, il 2012 potrebbe essere l'anno in cui il "social marketing" diventerà semplicemente "il marketing".
Dopo tutto, non è forse vero che i business stanno operando in società "sociali" per definizione?

 

[fonte: http://www.boston.com/business/blogs/global-business-hub/2012/01/6_digital_marke.html]

* Philip Guarino E stato selezionato come “Connector”  dell’iniziativa Boston World Partnerships, organizzazione ufficiale del sindaco di Boston, e fondatore di Elementi Consulting, un'agenzia di consulente con sede a Boston specializzata in strategia di business e sviluppo del mercato. Elementi affianca le aziende locali nello sviluppo del business internazionale.