mettersi in proprio

Lavorare in proprio è una vocazione innata nella maggior parte delle persone. Anche chi ha un lavoro da dipendente sogna un giorno avere la possibilità di mettersi in proprio. Beh, magari non proprio tutti, ma è un sentimento comune e abbastanza diffuso.
Ci sono ovviamente un sacco di problemi: soldi che potrebbero servire per la startup, incertezza sulle strategie e le mosse imprenditorialmente azzeccate da fare, la paura di non riuscire a trovare clienti, la necessità di dover assumere personale...non è un gioco facile, ma basta essere determinati ed avere ben chiaro qual è l'obiettivo da perseguire perchè da sempre ho voluto mettermi in proprio per fare...già...per fare cosa?
Individuare il "quid" spesso diventa un percorso da seguire successivo al fuoco che divampa dentro e che ti spinge a diventare un imprenditore.
Molte sono le strade da battere per individuare un'attività possibilmente redditizia (analisi di mercato, mappatura delle attività territoriali, intuizioni...) ma credo che una stia sopra tutte e preceda qualsiasi discorso razionale.
Segui le tue passioni.
Non potrai mai dedicarci tutte le energie necessarie se quello che andrai a fare non ti stimola, non ti piace e non ti appassiona. Dovresti essere disposto a farlo anche gratis (e lascia stare mutuo, figli, spese medite e bollette della luce, questa è un'iperbole...è ovvio che l'obiettivo deve essere prendere soldi, ma se vuoi essere vincente in quello che fai dovresti essere mosso da una passione che dovrebbe rasentare i limiti della missione).
Come fare ad essere sicuro che l'avventura sulla quale ti stai imbarcando è "quella tua?".
Ecco 7 passi per capire qual è la tua strada e come iniziare a percorrerla.
Scritti da Gu Xin* su lauraroeder.com.

***

"Voglio iniziare la mia attività in proprio, ma non so cosa mi appassiona."

Ho sentito questa lamentela per tutto il tempo dai miei aspiranti clienti imprenditori in quanto alle prese con la ricerca di un' attività che vogliono perseguire.

Se stai pensando di iniziare un’ attività come singolo uomo o come singola donna, è probabile che ti piaccia l'idea di essere il capo di te stesso, lavorando da qualsiasi luogo, e avere il controllo del tuo stesso successo. E 'tutto quello che hai sempre sognato.

Cosa potrebbe esserci di meglio?
Niente.
Salvo che, quando ci si cala su questo, basta non esser più sicuro di quale attività si voglia intraprendere.

Non è che ti mancano le idee.
La probabilità di avere delle idee di business ogni giorno sono un milione.
Ma dopo un po', le vecchie idee perdono gradualmente il loro fascino e ce ne sono già di nuove al loro posto.

L'idea da inseguire può essere divertente, finché un giorno ti rendi conto di aver sempre speso un sacco di tempo e di essere ancora allo stesso punto: niente attività, nessun piano.

Quando la realtà ti colpisce, i dubbi cominciano a diffondersi dentro "Forse non volevo essere un imprenditore." "Forse non so quello che voglio." Questi pensieri negativi demotivano chiunque e ti allontanano presto dai sogni dell’ attività di singolo imprenditore.
Io lo chiamo la sindrome del "non so quello che voglio", e spesso questa porta a delusioni e insuccessi.

Fermati.
Resetta.

Prima di gettare la spugna e di svignartela nella frustrazione, permettimi di offrirti una soluzione che ha dimostrato di funzionare. Uno dei modi più veloci per aggirare questo circo mentale, è cercare di trovare l'idea giusta di attività come un processo metodico.

Adottare un approccio che cominci da zero sui tuoi talenti, che non lasci spazio a pensieri negativi, e che ti spinga in avanti. Quando lo farai, troverai naturalmente ciò che ti appassiona e come tradurlo poi all’ interno del suono dell’ idea di attività.
Per rendere ancora più facile, ho fatto emergere fino a 7 fasi del processo che ti assicura la cristallizzazione delle tue idee in modo da poter andare avanti con l'attività di ,beh, la tua attività.

Fase 1: sapere "perché non sai"

Il primo passo per mettersi in proprio è smettere di combattere se stessi.
Comprendere che un tipico aspirante piccolo imprenditore vive di libertà,di possibilità e si chiede "cosa succede se." Se tu non avessi questi impulsi per iniziare, dovresti solo lavorare per qualcuno, giusto?
Queste stesse qualità rendono più difficile per te l’impegno per un'idea, perché qualcosa di più nuovo e fresco sembra sempre essere proprio dietro la curva.
Prova a seguire la corrente.
Accetta i tuoi impulsi per volere la libertà e nuove possibilità.
Apprezza il loro ruolo vitale nella tua trasformazione in direzione di voler essere il capo di te stesso.

Fase 2: definisci "Cosa è importante per te"

Ora che la tua mente è più calma, fingi per un momento che tu abbia già eseguito un'attività di successo. Vivila e sentila veramente. Poi chiediti: "Che cosa è importante per me sull’esecuzione della mia attività? Che cosa è importante nel decidere di mettersi in proprio?"
Osserva la risposta che ti viene in mente.
Poi chiediti: "Bene, cosa è importante in questo?".
Mantieni la stessa domanda fino a quando le risposte iniziano a ripetersi.
Questo è il motivo principale del perché si voglia iniziare la propria attività. Scrivilo giù e mettilo da parte. Torneremo tra breve.

Fase 3: elenca le tue passioni

Osserva che ho parlato di "passioni" al plurale qui.
Ci si cambiano i vestiti tutti i giorni. Raramente si mangia lo stesso pasto due volte di fila. Sicuramente, si può avere più di una passione.
Mentre il primo motivo per volere la propria attività ti dice concettualmente perché mettersi in proprio, le tue passioni chiariscono le reali attività che ti piacciono fare.
Chiediti: "Quali sono le attività di lavoro e del tempo libero che mi hanno portato a questo livello?'" Inoltre rifletti: "Quand’ è che vengo talmente assorbito da un’ attività tanto che il tempo vola così velocemente?"
Elenca tali attività. Poi restringi il campo alle prime tre preferenze.

Fase 4: trova i tuoi soldi

Ora che sai quali sono le attività che ti piacciono fare, è il momento di "trovare i soldi."
Diciamo che hai elencato "guardare la TV", come una passione.
Questa non è un opportunità di business per sé.
Ma, il blogging riguardo ai programmi TV potrebbe essere un business.
Questo è il processo per "trovare i soldi" in un'attività che già ti piace - alias un’opportunità di business si potrebbe prendere in considerazione.
Questo passaggio può essere difficile, perché tutti abbiamo già fatto dei preconcetti di ciò che un business redditizio assomiglia.
Qui sono le nostre tendenze che censurano e bloccano le nostre idee, cosa che non è molto utile.

Così rendiamolo divertente.
Prendi un amico, aggiungi un buon caffè, e gioca una partita di brainstorming.
Passa attraverso le tre principali passioni (fase 3) una alla volta, e, a turno, rifletti su come "trovare i soldi" per ciascuna di esse.
Più selvagge sono le tue idee imprenditoriali e meglio è.
Basta ricordare un regola chiave: no Argomenti contro!

Fase 5: motiva le tue idee monetarie

Ora che hai un sacco di idee imprenditoriali, è il momento di uscire un po' fuori.
Devi solo continuare a fare qualcosa se veramente è importante per te.
Quindi, tira fuori il primo motivo per cui vuoi avviare un’ attività (fase 2) e un evidenziatore rosso.
Coraggiosamente elimina le idee che non rientrano nel disegno del progetto.
Per prime elimina quelle più ovvie e togline dall'elenco da tre a cinque.
Complimenti: queste sono le tue migliori idee imprenditoriali contendenti.

Fase 6: metti alla prova le tue idee

Ricorda che la vita non è un colpo d’ affare o una prova generale. Scegli una tra idee imprenditoriali che ti si addice di più, e prosegui con questa.
Utilizza delle classi, come la Creazione della Notorietà per imparare i segreti del marketing.
Questo ti darà un sacco di intuizioni in un’ attività in crescita, come si impara "sul lavoro".

Fase 7: Rivedere, se necessario

Allora, che cosa succede se si scopre che la tua idea imprenditoriale ha bisogno di modifiche?
Ricorda, ogni azienda di successo rivede la sua attività regolarmente.
Perché per la tua dovrebbe essere diversamente? Resta aperto a nuove possibilità, basta che collochi tutte le tue nuove idee attraverso le sette fasi descritte qui.

Il vero problema della sindrome del" non so quello che voglio" non è tanto il non sapere, ma non sapere COME separare metodicamente le idee vitali da quelle d’ impulso.

Quindi utilizza una strategia collaudata come quella qui descritta da zero sulle tue risposte.

Il punto è quello di non impantanarsi e di mantenere lo slancio.
Dopo tutto, qual è il senso di sognare di essere il capo di te stesso, ma di realizzarlo?

Quindi agisci, e muovi i tuoi passi verso il successo ora.

* Chi è Gu Xin? Insegnante di rendimento Gu Xin, alias RebelX, è una chiropratica per la mente. Lei aiuta gli imprenditori rimuovere i blocchi mentali, allineare le ambizioni, e raggiungere il successo. Insegna tecniche per raggiungere e mantenere elevate prestazioni di business.

[fonte: http://www.lauraroeder.com/2012/03/how-to-uncover-your-dream-solopreneur-business-in-7-steps/]