"I mercati sono conversazioni" rivendica il Cluetrain Manifesto, "I mercati sono fatti di esseri umani, non di segmenti demografici. Le conversazioni tra esseri umani suonano umane. E si svolgono con voce umana." (per leggerlo in italiano potete andare qui). Le conversazioni oggi sono importanti come non mai per chi si occupa di marketing su web, visto che i social network le hanno portate a livelli di visibilità, esposizione e complessità come mai prima d'ora.
Dominare le conversazioni significa dominare il mercato?
In un certo senso, sì.
Se sai ascolta e capire come condurre una conversazione, puoi trarre un vantaggio indubbio per la tua strategia di marketing.
Adam Justice è il presidente Elkhorn Media e un contributor di Yahoo! su tecnologia, politica e auto. Ha condiviso qualche considerazioni in merito in una serie di articolo pubblicato. Prendiamo come riferimento quello specifico sulle conversazioni.

***

Social Media Framework: le Conversazioni

Una rete non diventa sociale fino a quando ci sono due persone coinvolte.
Due persone equivalgono alla massa critica che serve per iniziare la conversazione.
La conversazione è una semplice idea, ma in un social network la psicologia degli utenti è spesso imprevedibile e questo aggiunge un certo grado di difficoltà.
Vorresti sempre avere delle conversazioni in cui essere coinvolto positivamente, senza entrare nell'adulazione, ma con riflettano su di te un'aurea vincente.
Come gli spot televisivi, le conversazioni non sempre hanno bisogno di essere rilevanti per il tuo marchio, ma si dovrebbe effettuare un collegamento implicito al tuo marchio/prodotto e cercare di assicurarsi di conversare con persone rilevanti all'interno di quella rete per massimizzare l'efficacia dell'investimento.
[...]. Il tono e la portata delle conversazioni sono estremamente dipendenti dal ruolo che l'identità gioca in ogni diversa rete.
Su Facebook, dove si conosce la maggior parte dei propri contatti di persona, si hanno gli stessi tipi di conversazioni pubbliche che ci si potrebbe aspettare di avere con amici e conoscenti al bar.
Su una rete come Twitter si può mantenere la propria vera identità, ma si ha una base molto più grande di aderenti che si basa su interessi comuni. Il limite di 140 caratteri determina ulteriormente la conversazione su Twitter.
Le conversazioni sono la carne di queste reti sociali.
Sono il contenuto, i dati e il valore.
Come esperto di marketing il tuo lavoro è ascoltare le conversazioni rilevanti e conoscere il chi, il cosa, il dove, il quando e il perché sulle conversazioni.
Dopo aver ascoltato gli utenti che si pensa siano rilevanti per i tuoi obiettivi di marketing, il passo successivo è quello di partecipare a queste conversazioni o innescare un nuovo dialogo.
Non deve essere una strategia organica, devi solo cercare di ottenere i migliori risultati step by step pensando sempre a quello che stai per fare.

Perché ascoltare?
E' facile trovare il modo di collegare una catena regionale di ristoranti e le persone che vivono entro un raggio di 50 chilometri dalle sedi dei ristoranti, com'è anche abbastanza facile collegare un nuovo gruppo rap con degli appassionati di quel genere di musica.
La parte difficile è trovare le conversazioni più rilevanti e più importanti per quanto riguardano le nicchie di mercato.
Quando parliamo di "ascolto" io lo paragono a una caccia al tesoro o a un'indagine su un crimine.
Utilizzando l'identità di utenti che sono propensi a partecipare alle conversazioni più rilevanti, li seguo filo per filo, fino alla raccolta dei contatti (che spesso porta di più di quanto pensassi all'inizio).
Col passare del tempo emergono dei modelli e diventa chiaro dove il "rumore" è più interessante.

Quanto più si ascoltano e si studiano le conversazioni rilevanti, tanto più è facile cominciarle e dirigerle.
Avete tutti i vantaggi di una mosca sul muro (ve ne state in disparte ad ascolta senza rischiare nulla) fino a quando non saltate all'interno della corrente nel tentativo di accendere le conversazioni favorevoli per i vostri clienti.
La prossima volta che vi capita non fate questo salto così velocemente.
Ho visto parecchi professionisti del marketing prendere uno dei loro primi clienti e appena fuori dalla porta cominciare a postargli aggiornamenti di stato a cascata incitando tutti i loro contatti e chiunque fosse a tiro su un social network a rilanciarli o a rispondere, senza una strategia ben definita, solo per massimizzare la soddisfazione del cliente.
Se non fate la vostra ricerca prima di iniziare gli sforzi profusi non avranno una direzione e non sarà possibile beneficiarne, non sapendo quello che ha funzionato e di quello che è fallito nei tentativi fatti.

Trovare le migliori conversazioni

[...].
L'aspetto della conversazione è la ragione principale per cui Google + non è ancora così prezioso per le aziende in senso sociale.
Ci sono evidenti vantaggi di SEO ad utilizzare un profilo Google+ ma le conversazioni per la maggior parte degli argomenti non sono così profonde e i gruppi solitamente sono un amalgama eterogeneo di utenti.
È sempre possibile trovare degli appassionati di musica rap, seguendo delle discussioni su Facebook e Twitter, ma a Google+ manca un sistema che permetta di farlo il più velocemente possibile come sulle altre reti (o l'hanno fatto intenzionalmente?).
Ci sono alcune conversazioni di dimensioni significative su Google +, e tra le migliori c'è uno scambio ideologico e intellettuale fra i professionisti di Internet. Non c'è nessun valore per i nostri clienti a meno che non si possano trovare le conversazioni di attualità o regionali che si applicano a loro, e mentre questo non è possibile, non ci sono strumenti interni in uso per farlo in modo efficace.
Siamo in grado di vendere libri gli uni agli altri e promuovere i post del blog, ma questa è un'economia chiusa considerando il valore - decisamente maggiore - delle conversazioni presenti su Twitter e Facebook.
Loro sostanzialmente ve le porgono con i gruppi e le hash tags.

Prima di tagliare fuori completamente Google+ tuttavia, ricorda che siamo in grado di avviare conversazioni con la stessa facilità con cui si può ascoltare [...]. Tuttavia il primo e il più importante passo è ascoltare, e ci sono dei posti migliori per farlo.

[fonte: http://www.stumbleupon.com/su/196wMw/adamjustice.me/smf-conversations/]