La gamba destra di Angelina Jolie agli Oscar ci insegna molto su come essere efficaci con azioni di marketing applicato ai social network. Una posa plastica e studiata a tavolino prima di salire sul red carpet ha dato forse più dei risultati sperati. Era qualche settimana che volevo portare il caso "legbombing" dentro al mio blog per parlarne. Mi ha dato lo spunto SocialMediaToday che ha analizzato in modo analitico la vicenda e le sue ripercussioni: David Amerland, fondatore e CEO di HelpMySEO non si risparmia. E po, quando mi ricapiterò di parlare di Angelina Jolie trattando temi come il SEO, il marketing contenutistico e le strategie per il posizionamento di un marchio su web? ;)
Scusate, ma dovevo prendere la palla al balzo... 

Quali lezioni di marketing ci può dare la gamba di Angelina Jolie.

Il semplice titolo di questo articolo sarebbe stato impensabile nell'età pre social media, un'era che ci dimostra alla perfezione come i social media abbiano ora il potere sia di distruggere sia di creare rumore e segnale, da eventi apparentemente innocui.

La notte degli Oscar è ovviamente una grande vetrina per l'industria cinematografica ma nessuno si aspettava che un'attrice, indipendentemente dal talento nel suo campo, potesse darci una lezione di social media marketing.
Tuttavia, proprio mentre scrivevo queste righe, la parola "Legbombing" faceva apparire ben un quarto di milione di pagine su Google, aveva già dato una scossa improvvisa alla notte degli Oscar, aveva reso il brand Angelina Jolie molto cool, ed era diventato trending topic su Twitter per 5 giorni di fila, generando un valore monetario in pubblicità incalcolabile.

Come è stato possibile tutto questo?
La parte smaliziata di noi penserà che ha a che fare con il look e la fortuna di Angelina Jolie e con quell'abito da sera scollato. Ma avremmo ragione soltanto in parte. Certo, tutto questo ha fatto la sua parte, ma d'altro canto il tappeto rosso era strapieno di bellezze con scollature che senza dubbio non sfiguravano. Si sta parlando, dopo tutto, di una Hollywood fatta di bellezza, di talento e dell'abilità nell' attrarre l'occhio delle telecamere ed emergere dalla massa. Fa tutto parte del gioco

Ottenere tutto questo, apparentemente semplice per una come Angelina Jolie, è stato più che una questione di fortuna, è stata piuttosto una conoscenza tale dei meccanismi della pubblicità, che gli esperti di social media marketing dovrebbero mettersi seduti in silenzio e iniziare a prendere nota.

Usando esattamente la stessa dettagliata ricetta della mia Formula di social media marketing, il successo di Angelina è direttamente collegato ai 3 momenti che vi spiegherò qui di seguito. Per arrivare a questi risultati, in ogni caso,lei ha dovuto anche prendere qualche decisione difficile.
Ecco qui come ce l'ha fatta, in 3 semplici passi:

Fase 1. Creare un punto focale.

Sul red carpet, prima della cerimonia, Angelina si è messa in una posa decisamente esagerata, ma allo stesso tempo incredibilmente attraente e molto ben studiata, con la gamba destra che faceva capolino da un vestito nero in stile impero di Atelier Versace. Con i fotografi e i fan. Angelina non ha perso occasione di mostrare la gamba. Una mossa banale vero? Forse, se si fosse fermata li. Ma il gioco è valso la candela. Nell'età dei social media, Twitter si è improvvisamente riempito di commenti sulla gamba di Angelina. Buoni o cattivi che fossero, a quel punto era irrilevante. C'era del rumore. Tutto quello di cui c'era bisogno a quel punto era una spinta in più, per far si che Angelina trasformasse quel rumore in segnale.

Fase 2. Consolidatelo.

Angelina, dopo aver sentito dal suo stesso entourage che Twitter stava iniziando a fremere di commenti per la sua posa , dirigendosi verso il palco per presentare il premio per la Miglior Sceneggiatura non originale,si è fermata di fronte al microfono per qualche secondo, con la mano sul fianco e QUELLA gamba in bella vista, un'altra volta. Il pubblico era già ben al corrente della crescente tempesta scatenatasi su Twitter con ululati e fischi, e quindi gli era ormai impossibile ignorare la gamba di Angelina. Era arrivato il momento di passare alla fase successiva.

Fase 3. Rendetelo divertente

Lo sceneggiatore Jim Rush, stanco dell'attenzione che Angelina Jolie stava ricevendo, poco dopo essere stato da lei annunciato come vincitore dell'Oscar, si è messo nella stessa, ridicola posa. Angelina si è messa a ridere, il pubblico ha iniziato a fischiare e tutto a un tratto è nato un nuovo meme per internet.

La gamba destra di Angelina è improvvisamente apparsa su milioni di monumenti storici ed eventi politici photoshoppati; è apparso abilmente sovrapposto su attori, attrici e personaggi politici comprese il cancelliere tedesco, Angela Merkel o la Regina Elisabetta.
Ecco una galleria di alcune immagini che potete trovare su Google Image cercando "legbombing":
[gallery link="file" columns="4" orderby="title"]
Il padre della Jolie è stato chiamato a partecipare ad un talkshow,Daybreak in the Uk, per parlarne. I titoli dei giornali, il giorno dopo gli Oscar erano più presi dal suo arto inferiore piuttosto che dall'evento in sè,sui social network non si contavano le citazioni della gamba di Angelina praticamente su qualunque immagine possibile ed immaginabile, dalla Statua della Libertà agli affreschi della Cappella Sistina di Michelangelo.
Angelina Jolie ha un film in uscita a breve. Ad Hollywood, come in qualsiasi arena competitiva di business, il potere del brand si traduce in vile denaro, con film migliori e contratti più lucrativi e, ovviamente, un enorme fascino per i fan. Mi chiedo soltanto se questa presa in giro della gamba non andrà ad incidere anche sui suoi progetti futuri.

[fonte articolo: http://socialmediatoday.com/david-amerland/459635/what-angelina-jolie-s-leg-can-teach-us-about-marketing]
[fonte immagine principale: http://vikisecrets.com/news/oscars-2012-from-legbombing-to-bustbombing]