resizer

Nutro una profonda simpatia in questi burrascosi giorni di politica romana nei confronti di Beppe Grillo.
Ovvio, direte lui: uno che ti fa ridere così.

E invece la simpatica in questo caso nasce dalla pietas, e mi genera un sentimento di profonda affinità con l'uomo.
Non voglio fare l'esegesi delle sue idee, ma mi pare veramente impossibile che ogni giorno si invochi un voto, un'uscita dall'aula o delle azioni che non tocca al M5S fare.

Ha condotto una campagna elettorale con due o tre incontri di piazza ogni giorno.
E l'ha fatto ripetendo 2 semplici e basilari concetti in ogni comizio:
- Il PD ha colpe enormi nel più grande scandalo finanziario del paese, MPS e tutti i suoi dirigenti dovrebbero essere indagati dal 1995 ad oggi, Bersani compreso. Quindi il PD non è meglio del PDL.
- Non è un problema di uomini ma di sistema: bisogna cambiare il sistema per cambiare il paese, partendo dal cambio di modello economico, finanziario e creditizio (in primis l'uscita dall'euro per riacquistare una sovranità monetaria che è stata usurpata da banche private che ci stanno mettendo in ginocchio).

Nel focus dedicato al PD sembrava avesse ben chiaro come grossa parte della stampa tenda a pensare "si ok ma piuttosto degli altri...".

E' come se l'elettore di sinistra che ha votato Grillo per protesta in fondo non capisca perché, ora che la campagna elettorale è finita, il M5S non si allei con i buoni, quelli che lui avrebbe votato se non ci fosse stato il M5S. Che per loro sono ovviamente quelli del PD, molto più buoni di quelli del PDL, molto più presentabili e belli.

E sarebbe ovviamente la fine per Il M5S.

Lo capisce Berlusconi che tace.
Lo capisce Bersani che continua a provarci.
Lo capisce Grillo che punta i piedi.
Chi non lo capisce sono molti dei suoi.

E ora si trova con le pressioni di mezzo mondo che imputano al M5S mancanza di responsabilità perché non permette ad un governo Bersani d'insediarsi.
Purtroppo una selezione via web non permette di avere soldati disciplinati o fini strateghi che capiscono il disegno e sanno aspettare il momento opportuno.
Ranghi serrati e rifiuto di questo sistema è quello che potrebbe portarti a stravincere tra qualche mese le elezioni.
E governare da soli.
Perché per cambiare un sistema così radicalmente non lo fai con riunioni e compromessi.
Lo fai se comandi e pui fare quello che vuoi.

Pietas dicevo.
Perché non riesce a spiegare a tutti quello che l'hanno votato che cosa significa il suo movimento.
Perché non ci riuscirà mai.
Tantomeno a quelli che farà eleggere.