consulente e-commerce

E-commerce e blog non è più un connubio "possibile".
Oramai è obbligatorio: se hai un e-commerce DEVI avere un blog.

I blog aziendali svolgono diverse funzioni.
Possono informare i consumatori sulle ultime notizie sulla vostra azienda, pubblicizzare gli eventi in arrivo, promuovere prodotti e servizi e infine dimostrare la solidità della vostra esperienza e della vostra leadership.
Non dimenticate comunque che un blog di successo necessita anche di una forte pianificazione.

Questi 7 punti individuati da Paul Chaney  vi aiuteranno a costruire un blog più funzionale ed utile per la vostra attività di e-commerce.

1. Stabilite chi è il  pubblico del vostro e-commerce

Iniziate definendo il pubblico che volete che legga vostro blog (e che sia interessato al vostro e-commerce).
Questo singolo fattore è influente tanto per il vostro marketing quanto per la vostra attività di blogger.
Potreste persino creare un profilo dell'acquirente tipo, un rappresentante ideale del pubblico in questione.
Nel caso in cui esista più di un tipo di pubblico che voleste raggiungere, provate a creare profili multipli.

2. Scrivete tenendo il pubblico bene a mente

Io cerco di scrivere sul blog argomenti interessanti per il mio pubblico target e in linea con i profili che mi sono creato in testa.
Mi faccio guidare dal principio che se il contenuto va a loro beneficio, andrà anche a beneficio di altri.

Interagendo con il vostro pubblico, tramite i commenti sul blog e sui social media, imparerete quali sono i suoi bisogni e potrete soddisfarlo maggiormente nel corso del tempo.

3. Scrivete con un occhio ai motori di ricerca

Di fatto avete due tipi di pubblico che leggono il vostro blog: gli esseri umani e i motori di ricerca. Anche se volete fare bella figura scrivendo per le persone, è molto importante assicurarsi che i post posseggano le parole chiave al posto giusto, sia nel titolo sia nel corpo del testo.
Anche postare di frequente può essere utile (3 o 5 volte a settimana sarebbe ottimo), sempre mantenendo il focus su un singolo argomento.

Un esempio perfetto di questo tipo di blog è quello del negozio di cibo per animali Halo.
Aggiornato quasi quotidianamente, contiene informazioni di esperti sulla nutrizione e la salute degli animali, su loro cibo e interessanti aneddoti sugli animali domestici.
I link ai prodotti dell'azienda sono spesso inseriti nei post per cercare di aumentarne le vendite.

e-commerce - blog

4. Trovate, seguite e comunicate con blog influenti del vostro settore

Questa pratica può offrirvi una serie di vantaggi.
Se vi iscrivete ai feed di blogger influenti, leggete e commentate i loro contenuti e inserite link ai vostri post sui loro siti, questi potrebbero ricambiare il favore. (anche se sono blog associati ad altri e-commerce...)
Di conseguenza, potreste ricevere un po' dei loro lettori e del loro traffico.

5. Scrivete post in stile "Le dieci cose che..."

I post costituiti da elenchi sono molto apprezzati dai lettori.
Sono veloci da leggere e dicono al lettore esattamente quale tipo di contenuto il post contiene.
Le persone apprezzano molto i consigli organizzati in una lista ordinata.
Grazie alle loro qualità, dunque, questi post vengono condivisi più spesso e attirano un numero maggiore di interazioni rispetto ad altri.

6. Ogni tanto scrivete dei post "attira link"

I link bait (letteralmente esca per link, in questo caso post su blog) sono contenuti creati allo scopo di ottenere link in entrata.
Alcuni di questi post sono creati apposta per generare controversie oppure citano individui molto conosciuti con la speranza che questi ultimi forniscano a loro volta un link.
Un altro tipo di link esca è un contenuto essendo ben utile e ben scritto ottiene lo stesso tipo di risultato.
Esempi di link bait sono per esempio le liste che abbiamo citato in precedenza, le infografiche, i video divertenti, i sondaggi e inchieste, le guide, le interviste, i concorsi a premi e le lotterie, le notizie dell'ultim'ora e i contenuti scaricabili gratuitamente, come per esempio ebook o report.
Ovviamente fatelo sempre con un occhio di riguardo ai prodotti che vendete con il vostro e-commerce...

7. Curate i contenuti di altri blog e siti web

EContent Magazine, che si occupa del settore del marketing digitale, definisce la cura dei contenuti come "l'atto di scoprire, raccogliere e presentare il contenuto digitale che si riferisce ad un determinato argomento".
È diventata una strategia di marketing molto diffusa ed è usata per stabilire una leadership solida, migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, istruire i clienti futuri, stimolare i canali social media e promuovere la creazione di lead.
Una popolare forma di cura dei contenuti sono i post su blog costituiti da link ad altri siti accompagnati da brevi commenti che riassumono il messaggio principale delle fonti a cui si è fatto riferimento.
In ogni caso, trovare contenuto di alta qualità non è così semplice.

Due strumenti che in questo senso vi possono aiutare sono Zemanta e Curationsoft.

  • Zemanta funziona su WordPress, Blogger, Typepad e Tumblr: tale strumento controlla il testo che viene scritto su un post, lo collega ad un contenuto simile trovato sul web e visualizza quest'ultimo all'interno dell'interfaccia di pubblicazione.
  • Curationsoft è un software scaricabile che trova fonti di contenuto rilevanti che possono essere copiate e incollate nel vostro post, basandosi sulle keywords che inserite.
  • (io ci aggiungerei anche Google Alerts...)

Conclusioni

Queste 7 idee possono rendere più efficaci i vostri post.
Se le combinate con le tattiche di condivisione del contenuto che ho elencato nel mio precedente articolo "Dieci consigli per condividere strategicamente il contenuto del vostro blog", il vostro post potrà raggiungere un pubblico più ampio: tutto questo produrrà non solo un aumento del traffico sul vostro di e-commerce ma potenzialmente farà anche aumentare le vostre vendite.

[fonte: http://www.practicalecommerce.com/articles/3884-7-Keys-to-Ecommerce-Blogging-Success]