SEO vicenza consulente

La SEO è una strategia a lungo termine per ottenere più visibilità e più traffico per il tuo brand online, ma misurare con precisione l'efficacia di questa strategia può essere difficile. Molti dei benefici della SEO, come l'aumento della visibilità del marchio, sono "qualitativi" (e non quantitativi) e quindi sono difficili da misurare; anche metriche oggettive, come il traffico in entrata al sito,  possono essere soggetti a variazioni casuali e diventare di difficile interpretazione.

Qualche mese dopo avere iniziato una strategia di ottimizzazione SEO, si dovrebbe possedere abbastanza informazioni per arrivare a delle prime conclusioni significative, basate sui dati.
Ancora meglio, quando comincerete ad avere i dati, sarete in grado di controllare con regolarità l'andamento per scrutare i segnali di qualcosa che potrebbe non funzionare con la vostra campagna. Queste bandiere rosse possono essere difficili da individuare inizialmente, ma se si sa cosa cercare, non si dovrebbe avere alcun problema nel rilevarle e prendere immediatamente misure correttive.

I tre segnali di una campagna SEO alla deriva

1. Un forte calo del traffico organico

Il traffico organico è una metrica che fa riferimento al numero di visitatori che hanno trovato il tuo sito attraverso i motori di ricerca, ed è uno delle migliori metriche che abbiamo per misurare l'efficacia di una campagna SEO. Per misurare il traffico organico, basta accedere a Google Analytics e clicca su "Acquisizioni", poi su "Tutto il traffico" e, alla fine, su "Canali".
Qui, vedrete una ripartizione di quante visite vostro sito ha ricevuto da fonti organiche, link, social media e visite dirette.

acquisizione traffico organico google analytics

È possibile fare clic sulle visite organiche per ottenere alcuni dettagli in più sull'origini del vostro traffico organico, ma il numero principale, quello cui siamo più interessati, è quello che si vede all'inizio.
Tenete d'occhio questo numero base mensile - se non settimanale -. Mentre si dovrebbe vedere solo modelli di crescita - a lungo termine - quello a cui dovete stare veramente attenti è qualsiasi netto calo. Per esempio, se siete abituati a vedere 1.000 visite a settimana, e poi cala inspiegabilmente a  200, si potrebbe avere un grave problema tra le mani.

2. Crescita stagnante o declina per due o più mesi

Come già detto, l'obiettivo è quello di vedere le visite al sito crescere nel lungo termine. Se controllare su una base costante, mese dopo mese, si dovrebbe vedere un modello generale che tende all'aumento del traffico. Detto questo, il comportamento della ricerca organica è tutt'altro che prevedibile, e fattori casuali fuori dal vostro controllo potrebbero far passare un mese più duro e stagnante. Se notate un mese "fermo", in cui i vostri sforzi SEO non si traducono in crescita, non fatevi prendere dal panico.

Tuttavia, se nonostante la campagna SEO che state facendo, il traffico al sito rimane stagnante per due mesi o più, potreste avere un problema serio. La crescita costante è misurabile in visite organiche: se si aggirano sulle stesse cifre mese dopo mese - o declinano - alzate una bandiera rossa. Ci sono casi in cui più mesi di traffico costante non necessariamente significano che la vostra campagna di SEO sta fallendo, e se pensate che sia il vostro caso...aspettato un mese in più.

3. Un forte calo nel rank delle Keyword

Il tank delle keyword non è così importante come in passato. Una volta le keyword erano tutto ed avere una buona posizione era l'unica cosa che contava. Ma nel momento in cui Google vuole decifrare le intenzioni degli utenti, è importante il contesto in cui sono utilizzate, più di qualsiasi altra cosa. E' molto più importante avere contenuti interessanti su quell'argomento che avere tutte le parole chiave di quell'argomento.

Tuttavia il posizionamento delle parole chiave è ancor una metrica importante per definire come sta andando la vostra campagna SEO. Mantenete una manciata di parole chiave tra i vostri obiettivi: vi serve a quantificare i risultati per i i vostri sforzi. Se notate cali verticali del loro rank, bene, alzate una bandiera rossa.

Azioni per invertire la rotta

Rintracciare il colpevole

Immaginiamo che ti sei imbattuto in una di queste bandiere rosse.
Che cosa significa per la tua campagna?
Significa qualcosa si è spento nella vostra strategia, e questo sta interferendo con la capacità di migliorare la visibilità sui motori ricerca. Può essere difficile rintracciare la causa esatta di questa crisi, soprattutto perché i colpevoli  potrebbero essere molteplici fattori concomitanti. Ciononostante  è importante per identificare da dove deriva la mancata crescita del traffico, nonostante i vostri sforzi sui contenuti e la loro ottimizzazione.

a) Contenuti sovra-ottimizzati

Stai scrivendo contenuti con una serie di keyword tutte sulle prime righe dell'articolo? Stai riciclando vecchi contenuti o utilizzando argomenti già trattati per aumentare la quantità di articoli del tuo sito e tentare di intercettare più traffico giocando su sinonimi e vicinanza delle parole chiave? Se è così, si potrebbe trattare di over-ottimizzazione, e questo potrebbe essere un segnale di mollare l'acceleratore. Come porvi rimedio? Scrivi materiale nuovo, contenuti originali su nuovi argomenti mai toccati, fallo regolarmente e con continuità.

b) Pessima strategia di link-building

Tattiche di link-building "fatte male" sono colpevoli abbastanza comuni per lo scarso rendimento della campagna SEO. L'Aggiornamento Penguin dell'algoritmo di Google  è stato lanciato per sanzionare e mettere un freno a questi sistemi, come l'acquisto di link, la costruzioni di troppi link in poco tempo, e  i link da siti web irrilevanti o con bassa autorità.
Invece di partecipare a programmi per manipolare il vostro senso la classifica, cercare di guadagnare il vostro link attraverso la pubblicazione di contenuti di alta qualità e la costruzione di relazioni.

c) Mancanza di elementi periferici

Trascurare un'altra importante tattica o non includere una determinata piattaforma nella vostra campagna SEO, può essere la causa delle scarse prestazioni della vostra campagna SEO. Ad esempio, se non si utilizzano i social media (o se si utilizzano male) o se non si sta integrando un'azione per ottenere guest post su altri blog, i risultati potrebbe soffrire.

Conclusione

Dopo aver scoperto quale bandiera rossa mette in difficoltà la tua campagna SEO, è importante prendere misure correttive velocemente.
Identificare la fonte è solo il primo passo del processo: dovrete lavorare per giorni o settimane per riparare i danni lasciati dalla scia della strategia errata.
Il miglior modo di agire è quello di continuare con una solida strategia SEO di alta qualità; fino a quando si opera secondo le migliori pratiche di Google e con l0obiettivo di dare un valore agli utenti, non si dovrebbe mai più vedere una di queste bandiere rosse.

 

Fonte: http://searchenginewatch.com/sew/how-to/2399652/3-signs-your-seo-campaign-is-dying-and-how-to-fix-it