Quando si sceglie d'iniziare la vendita dei propri prodotti online bisogna affrontare mentalmente alcune criticità che sono legate intrinsecamente all'e-commerce, per la natura stessa dello strumento.
Vediamo come iniziare un sito di e-commerce avendo chiare almeno le principali ed elaborare una strategia sul loro superamento è il modo corretto d'avvicinarsi al proprio progetto di e-shop. Eccone alcune:

Come iniziare un sito di e-commerce


Prima criticità: il prodotto non viene visto dal vivo, non può essere toccato, non viene percepito nella sua totalità, nè se ne può comprendere la qualità o meno

Per questo aspetto l'importanza delle immagini diventa determinante. Tante foto e di ottima qualità aumentano la possibilità di vendere online.
Descrizioni ricche ed esaustive aiutano pure a farsi un'idea più chiara e ad eliminare tutti i dubbi.
Mirare all'emotività dell'acquirente potrebbe essere un altro consiglio da non trascurare:  immagini e descrizioni devono coinvolgere emotivamente l’acquirente; se viene coinvolto emotivamente si supera la barriera della fisicità (emozioni sopperiscono a sensazioni visive e tattili).
E, ovviamente, puntare a costruire il proprio marchio online: se un prodotto “diventa brand” è conosciuto prima ancora di essere comprato. Si compra sul brand e non sulla fisicità. L’acquisto online premia il “brand” non solo per il coinvolgimento emotivo che porta con se ma anche perchè una volta conosciuto, di quel brand mi fido e lo conosco e quindi posso comperarlo online.

Seconda criticità: non c’è mediazione tra l’acquirente e il prodotto presentato. In questo caso descrizioni complete ed esaustive (testi e foto) servono a ridurre la necessità di mediazione terza.

La presenza di schede tecniche e certificati a supporto della presentazione del prodotto può dare ulteriori informazioni senza  avere di fronte qualcuno a cui può essere chiesto.
D'importanza fondamenta facilitare quanto più possibile i contatti con l’azienda (mail, telefono, fax, programmi di chat in real time...).
E, nel 2011, la presenza dell’azienda sui social media e attivazione dei commenti degli utenti per diffondere opinioni sui prodotti e recensioni, senza intermediazioni o filtri (il web premia onestà e trasparenza).

Terza criticità: insicurezza dell’acquirente sul rapporto assistenza post vendita (problemi, difetti, utilizzo).

Qui si tratta di far sentire a proprio agio il visitatore sul fatto che "ci saremo qualsiasi cosa tu abbia bisogno e il fatto che mi paghi prima non significa che poi non ti seguiremo". Quindi iniziamo dando risalto alle politiche del negozio (restituzione, condizioni di vendita...) e ai contatti diretti e alla presenza sui social network, aprendo canali come i commenti degli altri utenti che a loro volta - se non negativi - danno sicurezza.

Potrebbe essere utile dare visibilità ai rimandi (magari anche con link a siti istituzionali) alla legislazione corrente che tutela soprattutto l’acquirente.
Non da ultimo un consiglio potrebbe essere quello di otarsi di strumenti CRM (Customer Relationship Management) che permettono di conoscere a fondo il cliente strutturando l’attività commerciale attorno alle sue esigenze e l’utilizzo dei ticket di assistenza.

Quarta criticità: mancanza di fiducia nel pagamento con carta di credito.

Per quel 40% circa d'utenti che in Italia non paga ancora con carta di credito può essere utile attivare altre forme di pagamento (bonifico bancario, pagamento alla consegna, ritiro a mano della merce...).
Indispensabile utilizzare circuiti di assoluta sicurezza e possibilmente conosciuti dagli utenti che acquistano online  [Visa, Mastercard] e specificare che il pagamento avviene all’interno dei server sicuri della Banca (quale essa sia).

Quinta criticità: il cliente vorrebbe procedere all’acquisto senza dare i dati personali per timore vengano utilizzati in maniera impropria.

Prima di tutto non esitate ad attivare la possibilità di acquistare senza iscriversi al sito: può sembrare qualcosa di poco conto ma per molti utenti il fatto di non far conservare i propri dati personali da ogni negozio dove comprano è qualcosa d'importante.Non dimenticate poi di dichiarare e mantenere una politica di privacy molto rigida e dare visibilità a questo elementoE' molto utile anche proteggere le transazioni dei dati personali tramite certificati SSL di aziende leader nel mercato (Verisign, Thawte, etc.) e dare visibilità anche a questa azione, qual'ora fosse attivata.