4

Quando parlo con gli imprenditori o i responsabili marketing delle aziende di utilizzare Instagram per il loro business mi guardano con gli occhi un po' sbilenchi e compassionevoli e a volte riesco a vederlo il giudizio che nasce nella loro testa: "Geek" "Fanatico dei social" "Esagerato" "Spillasoldi".
Quando però si comincia ad approfondire il discorso, mostro loro come funziona, le citazioni, i tag, la navigazione e cominciamo ad ipotizzare degli utilizzi per la fiera, durante il meeeting degli agenti...beh, allora la questione cambia.
Non ammetteranno mai che il loro primo giudizio inespresso era fallace.
Ma il rischio è quello di doverli frenare su iniziative con Instagram che potrebbero risultare magari troppo pedanti.
Da Mashable prendo tre esempi di tre aziende per dare un assaggio di quello che si può fare con un po' di conoscenza delle dinamiche sociali del mezzo mixata ad inventiva e passione.

Instagram non vi permette soltanto di condividere le vostro foto più belle con gli amici. Per alcuni abili imprenditori, si è trasformato anche in una piattaforma gratuita di marketing e persino in uno stimolo per aprire una nuova attività.

Secondo questi pionieri, la chiave sta nel costruirsi un pubblico interessato al vostro punto di vista, che siate dei venditori o meno.

Ecco tre 3 imprenditrici e-commerce che hanno voluto condividere le loro storie di successo aziendale su Instagram.

MyHauteCloset

MyHauteCloset, che ha più di 38.000 followers su Instagram, rappresenta un modo assolutamente nuovo di vendere vestiti usati, una nuova era inaugurata su questa piattaforma. La sua fondatrice Milysan Troche era una popolare blogger di moda, conosciuta soprattutto perché postava su Instagram immagini dei suoi capi all'ultimo grido.

Dopo che i suoi followers l'hanno convinta a postare immagini dei suoi vestiti usati per poi rivenderli, il suo pubblico è cresciuto ulteriormente. Dato che la domanda era diventata troppo complessa da gestire con questa popolare app di condivisione immagini, ha deciso di aprire MyHauteCloset.com per rendere lo scambio di articoli di lusso usati non solo divertente ma anche accessibile a tutti. Il passaparola su questo nuovo sito è cresciuto rapidamente, a tal punto che diversi prodotti vengono comprati poche ore dopo la loro pubblicazione.

Troche rivela "Quando ho iniziato ad usare Instagram, condividevo immagini sul mio stile personale e così mi sono messa in contattto con donne di tutto il mondo che condividono il mio stesso interesse". Col passare del tempo hanno iniziato a scrivermi delle email dicendo che avevano intenzione di ripulire il loro armando dai vestiti che non volevano più indossare. Immagino che abbiano pensato che l'idea mi potesse interessare essendo io un'appassionata di vestiti. Ho iniziato a scambiare e vendere vestiti soltanto grazie a Instagram. Quando i miei follower sono arrivati alle 35.000 unità ho pensato che fosse arrivato il momento di costruire uno store online dove queste persone potessero fare acquisti e vedere cosa c'era ancora di disponibile, il tutto proprio grazie ad Instagram"

Troche ha affermato che quasi il 100% delle sue clienti provengono da Instagram.

Conclude dicendo che queste persone "sono intelligenti, sempre connesse ai social network e si fidano di una persona che, avendo i loro stessi interessi, ci tiene a tenerle sempre aggiornate".

ShopExcessBaggage.com

Di proprietà di Haylee Winard e dai lei gestito, ShopExcessBaggage.com è un rivenditore multi marca che vende abiti molto alla moda ma a prezzi scontati. L'Instagram di Excess Baggage ha raggiunto un notevole numero di followers -più di 20.000 finora-, pubblicando un numero maggiore di foto rispetto al sito.

Questo account Instagram è diventato molto famoso e molti dei suoi consigli di stile vanno a finire sulla pagina ufficiale più "popolare". Grazie ad alcune proposte esclusive per i suoi followers, spessissimo la Winard esaurisce i suoi articoli dopo averli postati su Instagram ed ha notevolmente aumentato i propri guadagni.

"Instagram ci ha aiutato a generare vendite…grazie a clienti in giro per il mondo che non ci avrebbero mai conosciuto se non tramite questo strumento. Ogni immagine che postiamo funziona come un cartellone pubblicitario a Times Square. Ho usato tutti i social media possibili per fare pubblicità alla mia azienda ma nessuno di questi ha avuto l'impatto diretto sulle vendite che ha avuto Instagram".

"Su questa piattaforma c'è un livello di trasparenza che mi permette di costruire relazioni con i miei followers. Loro possono sempre fare affidamento su di me e penso che sia questo che le spinge a fare acquisti sul mio sito".

RequiredFlare.com

RequiredFlare.com era una boutique di accessori che offre prodotti carini, divertenti e colorati a prezzi estremamente convenienti [aggiornamento 2014: chiusa]. Su Instagram vanta più di 14.000 followers. La proprietaria, Sai de Silva, ha significativamente aumentato il traffico del suo sito e le vendite grazie ad Instagram, esibendo i molti modi per indossare i gioielli di RequiredFlare.

De Silva posta sue immagini divertenti mentre indossa braccialetti intrecciati, grossi anelli e cose simili. L'Instagram di TheRequiredFlare è diventato un punto di riferimento per l'acquisto di accessori e ogni volta che posta un'immagina con i gioielli di RequiredFlare i suoi articoli vanno a ruba nel giro di pochi giorni.

De Silva sostiene che "Instagram ha reso il marketing più semplice da fare e ci ha permesso di stabilire delle relazioni con i clienti attuali e potenziali". Se una nuova piccola azienda vuole entrare nel settore della moda, ormai saturo, è imperativo che si differenzi dalla massa. Con Instagram, posso dedicarmi al mio mercato, organizzare concorsi a premi, fare offerte speciali e rispondere ad ogni domanda con un approccio più personale. I consumatori tendono a comprare dai rivenditori di cui si fidano…e grazie ad Instagram, RequiredFlare è capace di interagire coni nostri consumatori in un modo non convenzionale".

[fonte: http://mashable.com/2012/07/03/instagram-for-business/]

Per CONSULENZA e FORMAZIONE per il SOCIAL MEDIA MARKETING della TUA AZIENDA clicca qui.