sasa

Essendo la seconda piattaforma social più popolare della rete, Twitter vi permette in entrare in connessione diretta con il vostro pubblico, attirare tantissimo traffico al vostro sito e presentare il vostro brand alle migliaia di persone che non hanno mai sentito parlare di voi.
Dato che i vantaggi di Twitter sono evidenti, diverse aziende ci investono sopra tempo ed energie per massimizzare l'efficacia delle loro campagne.

E funziona tutto benissimo, nella maggior parte dei casi.

Sfortunatamente, dato che Twitter è una piattaforma così dinamica, la linea fra "il tizio che twitta spesso" è ormai diventata "lo spammer" è molto sottile.

Magari il vostro non è nemmeno spam nel vero senso della parola, ma potreste sviluppare delle abitudini che vi faranno effettivamente sembrare uno spammer. Se darete questa impressione alle persone, probabilmente smetteranno di seguirvi.

Questo articolo di SocialMax tra il serio e l'ironico, vi avverte sui comuni errori in cui potete incappare se la prendete troppo superficialmente senza capire come funziona Twitter.

Ecco 5 errori che le aziende su Twitter fanno spesso e che le rendono spammer agli occhi degli utenti

1-Un'ondata di tweet

Avrete già capito quello di cui sto parlando.
Quando certe persone si connettono, pubblicano ogni mezzora dai 5 ai 15 tweet.
Non soltanto questo comportamento inficia la solidità di una relazione, ma può persino fare allontanare per sempre gli utenti.
Dopo tutto, immagino non vi piacerebbe se qualcuno vi riempisse la bacheca di tweet, vero?

Quando si è online è naturale sentire il bisogno di pubblicare spesso qualcosa. Invece di pubblicare tutto in colpo solo, usate strumenti come Hootshuite o TweetDeck per programmare i vostri post in modo da non infastidire i vostri lettori.

2-Direct message automatici

Se mandate messaggi diretti a tutti quelli che vi seguono, probabilmente verrete visti come spammer. Se qualcuno vi sta seguendo non significa che vuol vedere trasformarsi il suo account Twitter nella vostra mailing list!

Non inviate alle persone il vostro eBook e non aggiungetele automaticamente ad una lista di DM. Semmai, provate ad inviare un messaggio personalizzato per costruire una relazione. Se non siete voi stessi, non ha senso utilizzare i social media.

3-Tweet "riempitivi"

I tweet riempitivi possono presentarsi in diverse forme.

Un tipo molto comune è rappresentato dalle frasi divertenti. Gli utenti Twitter posteranno spesso battute, in realtà non particolarmente divertenti, che non aggiungeranno alcun valore ai vostri feed. Piuttosto che pubblicare questo tipo di riempitivi, meglio non pubblicare proprio niente.

Un altro comune riempitivo è la citazione colta e profonda. Ancora una volta, potrebbe sembrare un tipo di post interessante, ma in realtà è vuoto e non ha alcun tipo di valore.

Evitate questo tipo di riempitivi. Cinguettate in modo sincero: in questo modo, le persone saranno naturalmente portate a condividervi.

4-Lo spam degli hashtag

Lo scopo degli hashtag è quello di aiutare un gruppo di persone a trovarne altre che stanno partecipando alla stessa conversazione. Sono stati concepiti come uno strumento di marketing utile a presentarvi a tutti quelli che vorreste leggessero il vostro messaggio.

Diverse aziende non fanno altro che inserire hashtag in ogni messaggio che inviano, indipendentemente dal fatto che esso abbia davvero a che fare con un argomento specifico. A volte utilizzano diversi hashtag uno dietro l'altro.

Tutto ciò infastidisce molto le persone che visualizzano quei tweet. Anche in questo caso, potreste dare a chi vi segue l'impressione di essere degli spammer. La morale della favola è: se volete che il vostro post appaia secondo un certo hashtag, pubblicate qualcosa di davvero coerente con l'hashtag stesso.

5-Seguire tutti quelli che vi seguono

Ci sono dozzine di strumenti di "auto-follow" su internet che permettono ad ogni azienda di seguire automaticamente tutti quelli che la stanno seguendo.
Ma è davvero la cosa migliore da fare?
La risposta è - ovviamente - NO.

Prima di tutto, impedisce la costruzione di una relazione reale con le persone che vi interessano. Riceverete tonnellate di spam, un sacco di tweet non rilevanti e il flusso della vostra bacheca verrà sovraccaricato.

Più importante ancora è il fatto che la vostra immagine ne risentirà: le persone si aspettano di leggere tweet autorevoli e vedere molti più follower rispetto al numero di persone seguite. Se usate strumenti di auto-follow, questo tasso si avvicinerà al 1:1. In questo caso, difficilmente le persone vi prenderanno sul serio.
Infatti, chiunque legga un rapporto del genere e conosca almeno un po' Twitter capirà subito che state usando uno strumento di autofollow, che già di per sé vi fa sembrare uno spammer.

Queste 5 abitudini possono davvero danneggiare la vostra immagine e il vostro brand. Evitate di commettere questi errori e cercate di aumentare il numero di follower pubblicando contenuti efficaci che forniranno valore e costruiranno relazioni solide.

[fonte: http://blog.socialmaximizer.com/are-you-spamming-with-twitter-avoid-these-5-common-tactics/]

Per CONSULENZA e FORMAZIONE per il SOCIAL MEDIA MARKETING della TUA AZIENDA clicca qui.