twitter turchia twitter turchia

Il premier coinvolto in uno scandalo di corruzioni.
Nulla di strano, capita anche ai migliori.
Oppure no, ma diamo sempre l'alibi a tutti per non sentirsi tra i peggio.
Anche al premier turco Erdogan, che ha fatto bene a bloccare Twitter.
D'altronde su Youtube c'è un'intercettazione sua che dice al figlio: “Fai sparire tutti i soldi che sono in casa, la magistratura sta facendo perquisizioni a 18 persone”. Dovrebbe sbrigarsi anche a rendere inaccessibile Youtube.
Forza, dai, tra 9 giorni ci sono le elezioni e queste cose continuano a girare!

HA fatto non bene ma BENISSIMO a chiudere Twitter. E che deve fare, dimettersi solo perché questi strumenti del demonio fanno circolare velocemente tra tutti le informazioni sullo stato di sfacelo di quel sistema?
Eppure mi pare che l'esaltazione della Turchia quale unico paese arabo democratico sia abbastanza recente. E che quindi, democraticamente, questi si siano eletti uno che può arrogarsi questi poteri.
Cioè mica è la Cina no?
Voglio dire: è la Turchia, quella che dovrebbe entrare nell'Unione Europea, che è un bell'esempio di come anche l'Islam sia democratico e tutto il resto.

Se questi qua, questi americani di Twitter, non capiscono che ci deve essere la censura a comando e che deve decidere chi è delegato dal popolo per decidere... niente, non importa: li sbattiamo fuori.

Siete davvero convinti che non abbia fatto bene?
Finché Erdogan defenestra poliziotti e magistrati che non può controllare e che sono responsabili di inchieste che lo inchioderebbero, tutti zitti i giornali e i politici italiani.

Finché fa tabula rasa di tutte quelle persone che all'interno dello stato, ispirandosi a giusti principi di imparzialità, mettono nei guai il  suo sistema con le loro inchieste contro la corruzione, ci andava bene?

Mi spiegate perché i media italiani tutto ad un tratto insinuino che questo sia un personaggio poco raccomandabile? Dai... non lo era fino a ieri che ne faceva di cotte e di crude e non fregava nulla a nessuno... e adesso è un provetto Hitler perché chiude Twitter?
E sì che durante le proteste di Gezi Park il premier  si era scagliato contro i social  definendoli “la peggiore minaccia alla società”.
Nessun campanello d'allarme? Finite le proteste ricominciati i rapporti cordiali tra stati vicini? Con questo bell'esempio di trasparenza ed imparzialità?

Cosa vuoi che sia.
Se non ha protestato nessuno finché facevo sparire dalla circolazione il tal giudice, perché mai dovrebbero rompere le palle ora solo per un sito?

Ha fatto bene: chissà che ora non ci sia più il paravento del democratico paese turco dove anche Twitter era permesso.

Perché puoi farne di cotte e di crude ma finché permetti alla gente di coglionarti su Facebook e su Twitter va benissimo.