hannibal-din-aceasta-seara-la-axn-18449794

Hugh Dancy è Will Graham, Mads Mikkelsen il Dr. Hannibal Lecter.
Che ci fanno i due personaggi del romanzo (e poi due film) "Red Dragon" (in Italiano il libro si chiamava i delitti della terza luna fino ai primi anni '90 e poi dall'edizione del 1995 Drago Rosso, per tornare al nome in inglese nel 2002) in un serial televisivo?
Beh, fanno un sacco di cose.

La serie "Hannibal" è ispirata proprio ai personaggi di Red Dragon, prende il mood (Lecter che aiuta Graham) e li esaspera sopra la soglia della credibilità.
Sopratutto Graham, allucinato,che entra letteralmente nelle scene del crimine grazie ad un sesto senso che gli fa rivivere mentalmente ogni istante e lo porta all'instabilità psicologica perenne.
Ad un passo dal pazzo.
Sia nella sua testa che nella vita reale.

Perchè se la sua sensibilità lo porta ad avere la follia dentro di se, il suo lavoro per l'FBI lo porta ad avere la follia accanto, quella del Dr. Hannibal Lecter.
Hannibal Lecter, freddo, distaccato, intelligente e come sempre anfitrione eccelso.
Serve succulenti pranzetti a tutti i membri della serie di continuo, cosicché sempre hai il dubbio: pezzi umani? Ma non ne hai mai la certezza (almeno fino a metà della prima serie, poi vedremo nelle ultime puntate).
Lecter sai chi è.
Chi non ha visto o sentito parlare del Silenzio degli Innocenti e dei sequel?.
Ok, scordatevi Anthony Hopkins, Mads Mikkelsen è un altro attore con un'altra faccia, un altro fisico e un altro ruolo, all'interno di una serie televisiva con scopi differenti rispetto ai libri o al film che vincitore di Oscar.
E allora non serve vederlo uccidere persone per capire i suoi comportamenti.
Il suo primo assassinio visto nella serie si ha alla puntata 6, e la scena viene mostrata per dare un senso ad un colpo di scena.

Che dire di questa serie?
Che parte un po' "così", con qualche decisa incongruenza da parte dei personaggi, ma si prende in fretta e diventa addirittura coinvolgente :-)
Assolutamente imperdibile per tutti i fan di Hannibal, al di là di qualunque recensione, opinione o qualità media garantita o meno.

Laurence Fishburne è un Jack Crawford che passa dall'essere WASP che più non si può ad afroamericano, ma non cambia nulla. Se non che ha anche lui i suoi fantasmi, paure e tensioni, che gli deriviano non solo dal lavoro ma da una moglie con il suo carico di problemi.

Se superate la diffidenza iniziale e chiudete gli occhi su qualche eccesso delle prime puntate, Hannibal è una serie che merita una chance, per passare dei buoni momenti senza troppo pensieri e con molto sangue.

La scheda completa su Wikipedia