Non esiste la perfezione. Tutti commettiamo errori, spesso nella convinzione di essere nel giusto. Il web è ancora un terreno "giovane" dove le esperienze si fanno su campo ed è difficile farla diventare una materia d'insegnamento tradizionale...quando la categorizzi è già cambiata...
Allora, per imparare dall'esperienza altrui, prendiamo da uno dei blogger più seguiti (Jeff Bullas - che sto rileggendo in lungo e in largo in questa pausa estiva, trovando diversi articoli interessanti da riproporre tradotti) i consigli sugli errori da non commettere se si ha un blog.


Alcuni scrittori e blogger commettono l'errore madornale di cliccare sul pulsante "pubblica" dopo aver piazzato un blocco di testo su una pagina, per poi sperare che Google li trovi e che chi si è iscritto leggerà l'articolo fino alla fine.
Ci sono alcune azioni chiave e elementi che hanno bisogno di essere messi in campo prima di cliccare il pulsante "pubblica".

Scrivere qualcosa di interessante è solo il punto di partenza per un blogger e per sviluppare quelle capacità di uno scrittore digitale che sono essenziali per avere successo in mezzo a tutta questa gente in rete.
I blogger più famosi perfezionano l'arte dell'ottimizzazione dei loro blog per i lettori e per i motori di ricerca e imparano allo stesso tempo a fare pubblicità al loro contenuto online.

10 errori da evitare

Questi sono i dieci principali errori che fanno gli scrittori e i blogger.

1. Non fare le giuste domande

Queste sono alcune delle domande che dovreste farvi ancora prima di digitare certe cose nella vostra tastiera e iniziare il vostro articolo:
-chi è il mio pubblico?
-quali sono i problemi che i miei lettori vogliono che io risolva?
-quali argomenti troveranno interessanti?

Questo è quello di cui avete bisogno prima di iniziare a scrivere. Comprendete prima di tutto chi è il vostro pubblico e guardate sempre quale tipo di articoli riscuotono più successo, oltre a ricevere il numero maggiore di retweet e di commenti, e poi scrivete un contenuto più vicino a quel tipo di articoli.

2. Un Brutto titolo

I titoli sono vitali per attrarre lettori al vostro articolo.
I titoli appariranno su Twitter e Facebook: avrete pochi secondi per invitare i lettori a cliccare sul link collegato al vostro titolo. Imparate a scrivere un bel titolo, rendetelo fantastico e se non sapete come farlo...leggete questo articolo.

3. Nessuna introduzione

Una buona introduzione attira il lettore nell'articolo. Potrebbe essere una storia interessante, un'analogia, oppure un fatto o dei dati di particolare interesse.

4. Includere un'immagine che piacerebbe solo a vostra madre

Molto spesso capita che l'immagine che viene inserita, piuttosto che ottimizzare l'attrattività del post, vada a suo discapito.
Un'immagine a destra o a sinistra del post, che dimostra la natura professionale dell'articolo, è essenziale e dà autorità e credibilità a quello che è scritto.
Procurarsi immagini iconiche che possano aggiungere un'aria mistica o rendere interessante il vostro contenuto può in effetti dare una marcia in più al vostro post.
Scegliete le vostre immagini con cura e potranno esservi fornite gratis con una licenza creative commons da Flickr.com.

5. Dimenticarsi di includere contenuti multimediali

Aggiungere immagini, screen shots, infografiche o video multimediali assicura una certa originalità: così facendo includerete degli elementi che i lettori adorano.
Vale la pena usare alcuni software per screen shots che offrono funzionalità aggiuntive. Il software del quale non posso fare a meno e che trovo estremamente utile e uso sempre è Snagit.
Non è essenziale per ogni vostro articolo, ma dovreste sempre farvi la domanda... potrei raccontare questa storia meglio con un'immagine, un grafico o uno screen shot?

6. Usare noiosi blocchi di testo

Questi fanno scappare i lettori così in fretta che potreste persino vedere la polvere che sollevano!Scrivete sottotitoli che continuino a mantenere alta l'attenzione del lettori per il vostro articolo.
Anche gli elenchi puntati rendono semplice per il vostro pubblico cogliere gli elementi più importanti del post.
Ricordatevi che viviamo in un'era digitale, fatta di lettura rapida e di scrematura, e di lettori con poco tempo.
Fate in modo che leggere sia semplice e che il testo non faccia strabuzzare gli occhi a chi legge.

7. Usare testo talmente piccolo da aver bisogno della lente d'ingrandimento.

Avete mai preso in mano una rivista con un font così piccolo che vi si sono affaticati gli occhi? Molti dei migliori blogger usano un font 14 e spesso lo stile "Arial" che è facile da leggere per la maggior parte dei lettori, senza troppa fatica!

8. Dimenticarsi i link di approfondimento

Anche se ce li avete nel blog, non dimenticatevi di ricordare alle persone che esistono altri ottimi post sullo stesso argomento, includendo una breve lista alla fine dell'articolo dove siano presenti degli hyper link.

9. Non ottimizzarsi per i motori di ricerca

I motori di ricerca possono attirare molto traffico verso di voi.
Al fine di assicurarvi l'ottimizzazione del vostro blog per Google e Bing, grazie alla quale le persone possano trovarvi seguendo tutte le loro parole e frasi chiave, installate un plugin per il vostro blog di WordPress come "All in One SEO Pack" scaricabile dalla sezione plugin del vostro blog.
Imparate anche le tecniche di base della SEO (Ottimizzazione per i Motori di Ricerca) e applicatele al vostro blog.

10- Non pubblicizzare o promuovere l'articolo.

Una volta pubblicato l'articolo è giunto il momento di pubblicizzare il vostro blog sui canali social media.
Twittatelo, postatelo sulla vostra pagina Facebook, condividetelo su Google + e pubblicatelo su Linkedin. Comunque sia, ricordatevi che potete anche twittare l'articolo più di una volta.
Vi assicuro che non vi colpirà un fulmine se lo ripostate tre o quattro volte al giorno!

[fonte: http://www.jeffbullas.com/2011/09/20/the-10-key-mistakes-many-bloggers-and-writers-make/]

Per CONSULENZA e FORMAZIONE per il SOCIAL MEDIA MARKETING della TUA AZIENDA clicca qui.