Come ottimizza il profilo su LinkedIn per fare un’ottima impressione (e trovare lavoro)? Ecco alcuni consigli per mettere il turbo al tuo profilo di LinkedIn, per ottenere risultati che farebbero invidia a qualsiasi social media manager.

social media marketing

2 nuovi profili al secondo.
Questo è il ritmo con cui sta crescendo LinkedIN, con un sacco di gente che ci arriva sperando di utilizzare la piattaforma per ampliare i possibili contatti lavorativi, nuovi clienti e trovare opportunità di partnership.

Significa che per quando avrai finito di leggere questo articolo, minimo altre 350 persone in più saranno presenti su LinkedIn e dovrete competer anche con queste per ritagliarvi una fetta di visibilità nel mondo professionale.

Come utilizzi il tuo profilo di LinkedIn può fare la differenza tra ‘essere ignorato e riuscire a farsi notare per le proprie competenze e capacità.

Con così tante persone in competizione per ottenere visibilità, la prima impressione, quando qualcuno arriva sul vostro profilo, è quello che conta.

1. Immagine di sfondo del profilo LinkedIn (o immagine di header)

immagine di sfondo LinkedIn

Impostare l’immagine nell’header del profilo è un modo importante per costruire un feeling attorno al proprio personal brand e dare una prima grande impressione. Ricordati sempre che una immagine vale spesso più di 1.000 parole.

Quando disegni il banner assicurati che sia in formato .jpg, png o gif e che sia meno di 4MB. Le dimensioni corrette sono 1.400x425 pixel; assicurati di avere un po’ di spazio sotto e sopra alla sezione del tuo profilo dove l’immagine viene tagliata.

2. Foto del profilo di LinkedIn

foto profilo LinkedIn

Il tuo profilo di LinkedIn è la tua presentazione digitale per chi vuole sapere chi sei e di cosa ti occupi. Alla gente piace fare affari con qualcuno che ha un nome, un cognome e una faccia. La tua foto deve essere aggiornata - lascia stare le foto di quando eri un ragazzino - pulita, professionale e deve in qualche modo rappresentarti, possibilmente mentre sei sorridente. Se sei una persona casual, nessuno si aspetta di vederti in smoking. Nel mondo virtuale facciamo affari con gente che non abbiamo mai incontrato. La connessione e l’empatia che crea una foto, soprattuto quando puoi guardare qualcuno negli occhi, è determinante per potere fidarsi o lasciarsi ispirare.

3. Il sommario professionale del profilo di LinkedIn

Il tuo sommario professionale è come il titolo di un giornale: se non catture l’attenzione di nessuno, diventa inutile. Quando scrivi la tua presentazione devi essere certo che gli altri capiscono cosa fari e cosa puoi fare di rilevante per i destinatari ai quali rivolgi la tua attenzione.

Il tuo obiettivo è quello di catturare l’attenzione di chi lo vede e stimolare la curiosità per leggere di più su di te. Ricorda che la gente non è interessata subito a quanto sai, ma di cosa ti occupi.

4. Link al sito web personale o aziendale

link al sito linkedin

Invece di utilizzare il classico “Sito web personale “ o “sito web aziendale” scegli Altro e descrivi il tuo sito (o le pagine principali del tuo sito). Cambiando il testo di default in qualcosa che possa catturare meglio l’attenzione del tuo interlocutore puoi ottenere più click verso l’argomento di possibile interesse.

Io, per esempio, ho messo il testo “Consulente SEO” e linkato la pagina in cui propongo i servizi di consulenza SEO.

Ogni profilo può mostrare fino a tre siti personalizzati scegliendo “Altro” dal menù a tendina.

5. Riepilogo

riepilogo linkedin

Io credo che sa a sezione più importante del tuo profilo, il primo sguardo della persone che visitano la tua pagina e il modo più diretto che hai di coinvolgerli con quello che vuoi proporre.

Ci sono differenti teorie in proposito, ma dalla prospettiva del personal brand, quando le persone sono sui social media investono su chi a cui riescono a dare fiducia. Finchè non si riesce a piacere agli altri non abbiamo possibilità che questi facciano affari con noi.

Il modo migliore per costruire la fiducia è condividere una storia legata a noi. A tutti piacciono le storie. Ci sono 3 passaggi per costruirla

a. Passato: come sei arrivato a fare quello che fai

b. Presente: cosa fai e come lo fai

c. Futuro: verso dove stai andando

6. Competenze e conferme

competenze e conferme linkedin

Nel 202 Linkedin ha lanciato la funzione Conferme, che permette agli utenti di segnalare le loro connessioni per particolari competenze che essi hanno aggiunto al loo profilo (o raccomandarle se non lo hanno fatto loro). LE conferme sono diventate con il tempo le “competenze e conferme” così come le vediamo oggi e occupano una posizione molto importante sulla pagina di Linkedin (inoltre vengono proposte ai tuoi contatti con insistenza per far aumentare il numero delle conferme sulle tue skill).

7. Ottimizzazione

Così come lavori per bene sulle fondamenta del tuo sito web prima di partire con una campagna aggressiva di inbound marketing, devi fare lo stesso per la presenza su LinkedIn, in modo che il tuo profilo abbia un’alta valutazione su LinkedIn.

ci sono 5 aree del tuo profilo dove hai bisogno di inserire le parole chiave importanti per occupare una buona posizione nella classifica di LinkedIn quando qualcuno cerca un prodotto o un servizio

a) titolo, posizione lavorativa presente e passate esperienze

b) url del sito

c) sommario

d) progetti ed esperienze di lavoro

e) Competenze e conferme

includendo in queste aree le keyword che gli altri potrebbero utilizzare per trovare persone come te, stai rendendo performante il profilo di LinkedIn dal punto di vista della ricerca.

Probabilmente contano anche la quantità di conferme sulle competenze…

8. Layout del profilo di LinkedIn

LinkedIn ti permette di riordinare le sessioni del tuo profilo nel modo che preferisci. Testando negli anni molti differenti posizionamenti, ecco quello che potrebbe essere la migliore struttura per l’engagment del profilo

a) Riepilogo

b) Competenze e conferme

c) Esperienze

d) Volontariato

e) Riconoscimenti e premi

f) Pubblicazioni

g) Informazioni aggiuntive

h) Raccomandazioni

i) Gruppi

Per spostare il blocco sopra o sotto dovete trascinarlo andando sul pulsante con la doppia freccia verticale

9. Gruppi di LinkedIn

Partecipare ai gruppi che parlano del tuo settore lavorativo o nell’ambiente in cui vuoi farti conoscere è un altro passo per avere un profilo ottimizzato al 100%. Questo non ti aiuta solamente a farti conoscere e ad ottenere credibilità, ma i membri del gruppo possono diventare persone con le quali lavorare. La partecipazione ai gruppi aiuta la tua visibilità, credibilità e coinvolgimento nel tuo settore.

Puoi anche iscriverti a 50 gruppi ma la cosa migliore è iscriverti a quelli ai quali puoi partecipare e concentrare la tua presenza digitale su quelli.

10. Blog interno a LinkedIn (solo per la lingua inglese)

Dal Febbraio del 2014, quando LinkedIn ha attivato il blog per utenti tra le sue funzioni principali negli USA, sono arrivati 1 milione di post. Al momento, visto il successo, hanno esteso il servizio a tutti i paesi di lingua inglese. Ufficialmente per l’Italia non è disponibile…

Però, questo è l’indirizzo del blog https://www.linkedin.com/today/

Se vai nel tuo profilo ed imposti la lingua inglese…

cambia lingua linkedin

Poi, a questo indirizzo: https://www.linkedin.com/pulse/article/new puoi scrivere i tuoi post :)

aggiungi articolo blog linkedin

Ecco gli elementi del post che hai a disposizione sul blog:

a. la cover

b. il nome e avatar autore

c. il pulsante Follow

d. la data pubblicazione

e. il contatore di visualizzazioni (uniche, basandosi sui cookie), il mi piace/ commenti (escludendo i tuoi come autore del post)

f. i pulsanti di social condivisione (Facebook, Linkedin, G+ e Twitter).

Diventare un “publisher” su LinkedIn può essere un gran bel modo di raggiungere il tuo mercato e generare nuovi lead (beh…al momento se lavori con l’estero, visto che in Italia non è attivo). Quindi tenete d’occhio lo strumento, perchè quando il blog sarà attivo anche per gli utenti di lingua Italia potremmo avere delle belle soddisfazioni utilizzando questo strumento.