Instagram per il business? Sì, ma...

Instagram per il proprio business? Sì, ma non è detto…

Utilizzare Instagram per far crescere il proprio business?
E’ il nuovo mantra dei social media specialisti e social media manager.
Se non usi Instagram, praticamente, non sei sui social.
Quindi…cosa aspetti ad aprire un account su Instagram per la tua azienda e a pubblicare foto?

Ditemi la verità…ve l’hanno gia detto negli ultimi tempi vero?

In realtà non è tutto oro, anche se devo ammettere, che luccica tanto.

Perché Instagram luccica come l’oro

Instagram luccica perché “funziona”. Cosa significa che “funziona”? Che, a differenza di Facebook (dove i contenuti della tua pagina vengono mostrati agli altri soprattutto se paghi) o di Twitter (dove non gli frega niente a nessuno dei tuoi aggiornamenti di status aziendali), su Instagram riesci a fare “engagement”. Ovvero, per dirla in italiano, su Instagram “ti cagano”.

Succede fondamentalmente per due ragioni legate alla sua struttura :

Su Instagram vedi tutti gli aggiornamenti degli account che segui. Tutti, senza distinzione d’interazione.
Tutti i post hanno anche la stessa “dignità”, ovvero occupano quasi una schermata piena del tuo telefono e, quindi, si fanno notare.
Ma non sono gli unici due motivi.

Ci sono gli hashtag che funzionano bene. E funzionano, anche qui, per due motivi.

Perché le persone li utilizzano per scoprire nuovi contenuti, interessati a quel particolare hashtag.
Perché la presentazione delle foto negli hashtag è estremamente semplice e lineare e scorrendo le foto hanno, ancora, sempre la stessa dignità, andando a coprire la schermata del telefono.
E poi c’è engagement, i like. La stessa foto pubblicata su Facebook può prendere da nessuno a due like, qui, anche con meno follower potrete prendere 10 o 50, a seconda del momento, degli hashtag, dall’attività di chi vi segue. Dire “mi piace” ad una foto, in un network dedicato alla fotografia in genere, non è particolarmente impegnativo. “Carina questa…”, Like.

Il che ci porta alla reale analisi degli elementi che oggi permettono su Instagram di aumentare il numero dei follower in modo organico.

Su Instagram ti puoi far notare dagli altri. Come? Andando a sollecitare la loro attenzione. Per sollecitare l’attenzione degli altri, abbiamo a disposizione 3 elementi:

Like: quando riceviamo il like su una nostra immagine, a meno che non siamo delle “insta-star”, abituate a riceverne centinaia su ogni contenuto, è facile andare a vedere chi è quello straniero che si è esposto dicendo che ama la nostra foto. Magari gli piace davvero, magari lo ha fatto solo per farsi notare da noi. Comunque il suo obiettivo è raggiunto: ci ha detto che ci piace un nostro contenuto – e a volte ci sentiamo quasi in dovere di ricambiare con un like – e ci ha portato a vedere la sua pagina. Sia mai che siamo interessati a quello che pubblica e che cominciamo a seguirlo.
(Ah, se volete cominciare con questa attività di engagement non datene più di 130/140 all’ora, per evitare di creare attività sospetta agli occhi di Instagram).
Commenti: non sono tanti a commentare le foto. I rapporto like/commenti è terribilmente sbilanciato a favore dei like. Se, quindi, ricevete un commento su un vostro contenuto, si incrementano le probabilità che andiate a vedere il profilo di chi ve l’ha dato. E se vi piace quello che pubblica…seguirlo.
(Se volete forsennatamente cominciare a commentare le foto degli altri per farvi notare, state sotto i 40 all’ora per non avere problemi al vostro account).
Follow: anche seguire un altro account è un’ottima maniera per farsi notare su Instagram, forse la migliore. E’ un’attività che porta spesso con se un ritorno da parte dell’account che si vede seguito da un altro, sopratutto se i contenuti sono di taglio simile o sugli stessi interessi.

Ora, che voi utilizziate o meno le azioni che avete a disposizione per fare, nel vero senso della parola “social media activity”, resta il fatto che su Facebook questa attività non è possibile. E non porta comunque gli stessi risultati.
Ma proprio per la struttura e la natura del social, estremamente differente.

E fin qui abbiamo capito perché Instagram funziona per fare social media marketing.
Ora la vera domanda.

Instagram va bene per la tua azienda?

Ovviamente non posso che rispondere “dipende”. E quel dipende è legato essenzialmente alla vostra produzione di immagini fotografiche.

Che fotografie che hanno a che fare con la vostra attività riuscite a produrre con una certa costanza, per essere presenti, alimentare il canale ed avere del materiale su cui basare la vostra attività sociale?

Perché prima di aprire un account di Instagram bisogna proprio chiedersi questo.

Riuscirò a produrre foto interessanti in qualche modo legge alla mia attività?
Rischierò di essere banale e ripetitivo o avrò sempre nuovi spunti e differenti argomenti e punti di vista?
Oppure riuscirò a sviluppare un’idea, un progetto organico e in qualche modo artistico che inquadri le mie foto in un filone un po’ differente ed intelligente?
Fino a che punto posso mettermi in gioco per produrre contenuti alternativi e differenti rispetto a quella palla al piede di company profile che ho fatto qualche anno fa?
Riuscirò a sostenere il costo di un’attività su Instagram nel lungo periodo, organizzando un piano editoriale e monitorandolo?
E, sopratutto, qual è il mio obiettivo con Instagram? La semplice visibilità aumentata, per un’0esposizione del brand migliore e amplificata? Oppure per creare engagement e trovare possibili clienti?

Ovviamente le domande, i dubbi e gli spunti sono innumerevoli, ma già questi bastano a far capire il concetto: non è detto che tu debba andare su Instagram, quindi non farti abbagliare dal risplendere del social network del momento. Vi vuole una seria analisi degli obiettivi aziendali, di brand e di business, prima di imbarcarsi in un’attività comunque dispendiosa.

Direi che una consulenza di uno specialista potrebbe aiutarvi a definire gli ambiti in cui potrebbe svilupparsi la vostra attività su Instagram, oppure, anche a finire i motivi per cui non dovreste andarci.

E poi, adesso, è possibile fare pubblicità su Instagram direttamente, anche senza avere un account. Magari quello costa meno e vi porta maggiori vantaggi. Dipende, insomma…

[Voti: 0    Media Voto: 0/5]

Instagram per il proprio business? Sì, ma non è detto… ultima modifica: 2015-10-16T09:08:09+00:00 da Giovanni Fracasso


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *