Internet Explorer 6

Se un tuo amico usa Internet Explorer 6 digli di smettere.
Sono pochi, pochissimi ma resistono imperterriti.
Sono i navigatori che utilizzano Internet Explorer 6 (una vita fa...).
Sono completamente avulsi dagli standard web attuali.
Guardando i siti di cui seguo le statistiche ad occhio e croce siamo sotto l'1%. Per qualcuno un po' di più, per la maggior parte decisamente sotto.
Non ė così bella la situazione nel resto del mondo come quella dei siti dei miei clienti (il target? la connotazione geografica? boh...di fatto in molti vivono in un'isola felice...). Basta navigare ie6countdown.com per rendersi conto di quanto questo programma sia radicato nei sistemi operativi di un mondo indietro anni luce, mentre qui noi parliamo di social media manager e di ipad 2...(in Italia è dato a 3,3%...per dire...).
Microsoft - che si fa promotrice della campagna per l'abbandono di Internet Explorer 6 - da anni non fornisce supporto a quel mostro d'insicurezza che era IE 6 (che di fatto era integrato nel sistema operativo). Negli anni è uscito il 7, l'8 e a breve avremo il 9 (già scaricabile ed usabile in versione beta).
E' vero che sono sempre meno.
Ma ci sono. E in alcune parti del mondo, abbiamo visto, tanti.
Internet Explorer 6 ha un sacco di problemi.
Non vede le trasparenze dei png, per esempio.
Non riconosce un sacco di stili.
Ha un comportamento di renderizzazione della pagine preistorico.

E' vero che anche Internet Explorer 7 non è proprio il massimo...anche l'8 ha qualche comportamento anomalo tutto suo (vogliamo per esempio parlare dell'audio e dell'html 5?) E' vero che anche Safari su Ipad ed iPhone non sono così lineari nei comportamenti...Anche Firefox su qualche aspetto ha le su peculiarità.
Ma Internet Explorer 6 è inguaribile. Di fatto, spesso, se si vuole sviluppare un sito web moderno - html5, css avanzati, javascript - per farlo fruire da chi usa IE 6 bisogna sviluppare di fatto un sito a parte privo di molte di queste funzionalità avanzate.

Io la mia scelta l'ho fatta da un pezzo. Se qualcuno con Internet Explore 6 prova ad entrare nel sito della società presso la quale lavoro (Bang Studio) o in questo, appare un messaggio d'errore che lo avvisa sull'utilizzo di un browser insicuro e fuori standard e viene invitato ad aggiornarsi con uno qualunque dei browser attuali. Nel mio piccolo qualcuno ad abbandonarlo l'avrò pure convinto...

Da un anno e mezzo/due, in Bang Studio sviluppiamo siti web senza neppure guardarli con IE6. Scelta aziendale di ottimizzazione dei costi per contenere il prezzo del sito e gli stessi clienti non ci chiedono di avere attenzioni verso tale obsolescenza. Mai capitato ovviamente. Ma sempre disposto a considerarlo se la richiesta viene dal committente.

A breve - quando uscirà Internet Explorer 9 - faremo pagare un plus anche per l'aderenza con IE 7.
Oggi offriamo (da contratto la piena compatibilità con Safari, Chrome, Firefox nella versione più attuale (di solito chi ha questi browser aggiorna seguendo gli aggiornamenti automatici consigliati dal programma) e Internet Explorer 7/8: a breve cambieremo le condizioni per l'8 e 9 e si pagherà dazio per il 7...il 50% scarso di visitatori che usano Internet Explorer costano in termini di risorse anche a chi sviluppa :-)

E' ovvio che, se parliamo di business, fa comodo anche chi ha IE6....o no? Beh, dipende dal settore...voglio dire...se io avessi un negozio di e-commerce con vestiti di grandi firme e un prezzo minimo di una scarpa di 500 € non so se sarei interessato a chi non aggiorna il browser - e quindi il computer - da 8/10 anni.
Mi vengono molti dubbi sulla sua capacità d'acquisto.
Certo, chi sulla propria postazione di lavoro all'interno di una grande azienda con una vecchia rete legata a vecchi standard, se lo trova magari di default e viene penalizzato anche se la sua capacità d'acquisto potrebbe farmi gola.
Vanno fatto analisi e - caso per caso - si deve capire quando sviluppare uno stile dedicato ad Internet Explorer 6 può essere conveniente, ancorché oneroso (i casi sono infiniti).

Ma la vita, per me, è coraggio e miglioramento di noi stessi e del mondo che ci circonda: avvisare il navigatore che sa usando un browser "malsano" ed aiutarlo a migliorare la sua esperienza utente, alla fine paga. Anche a costo di rinunciare a parte del mio business. La felicità di un utente che porto all'evoluzione vale di più della frustrazione di un utente con Internet Explorer 6 che mi compra un paio di scarpe.

La campagna di http://www.ie6countdown.com/ va benissimo e va supportata: convinci un amico ad abbandonare internet Explorer 6. Ne beneficeranno tutti. Anche chi di web si occupa e realizza siti. Anche chi vuole avere un sito per mostrare al mondo qualcosa. Ma lui, il tuo amico, per primo.

PS:

Il primo punto della campagna di sensibilizzazione alla dismissione di Internet Explorer 6 è far mettere un'avvertenza ai chi si siti ce li ha.
Utilizzando Wordpress ci sono alcuni plugin che permettono di far apparire il messaggio a chi usa IE 6 - o di farlo crashare :-P . Io mi trovo bene con "Shockingly Big IE6 Warning" che permette di settare il messaggio personalizzato direttamente dall'amministrazione. C'è anche "IE6 Upgrade Option" che da un bel risultato dal punto di vista stilistico, ma per personalizzare il messaggio si deve intervenire direttamente nei file del plugin con un editor html.
Ti interessa un aiuto per il business online della tua azienda?
Contattami ora!
Ogni giorno che perdi su web regali clienti ai tuoi concorrenti

[easy_contact_forms fid=2]"]