logo_arzignano_trasparente

Parliamo di PA e di rapporti con il cittadino.

Parlo di un caso che conosco e che vivo, quello di Arzignano, città di 27.000 abitanti in provincia di Vicenza.
Abito ad Arzignano e ricevo le informazioni dall'Amministrazione: mi viene quindi naturale prenderlo come spunto per parlare di come sta cambiando l'informazione tra i Comuni e gli abitanti.

Quando, negli anni '90, scrivevo su alcuni organi d'informazione locale, funzionava così: il Sindaco o l'Assessore facevano un comunicato stampa (via fax!) o chiamavano i giornalisti del territorio per una conferenza stampa. Ad Arzignano era una o due alla settimana e, nell'arco dei sette giorni, ti arrivava materiale per scrivere 3-4 articoli su temi amministrativi.
Ora, sicuramente ci sarà qualche comune che funziona così, gestendo le informazione utilizzando come tramite i giornali locali.
Ma ad Arzignano è cambiato tutto. E' un mondo che non esiste più.

In questo articolo avevo descritto l'app per iPhone, iPad ed Android sviluppata dalla Biblioteca, con la possibilità di prenotare libri nella biblioteca cittadina o presso altre (quando non disponibile in loco), ricevere comunicazioni di servizio, rimanere aggiornati sugli eventi della città (grazie ad un calendario su Google Calendar incorporato e alle notifiche push degli appuntamenti principali).

Oggi parlo del sistema di comunicazione messo in piedi per informare il cittadino su tutte le attività amministrative...e non solo.

Il perno del sistema informativo sviluppato dal Comune di Arzignano è...l'assenza di un Ufficio Stampa.

Non c'è nessuno in Comune che si occupa di redarre i comunicati stampa, di organizzare conferenze stampa, di coccolarsi i giornalisti. Il punto di partenza della filosofia è: un'amministrazione può avere contatti diretti con i cittadini e fornire loro informazioni in real time senza passare per cortigianerie e ruffianerie con i giornali locali. Certo, ti costa la "simpatia" del giornalista di turno ma si risparmiano soldi pubblici e si ha un contatto diretto con il cittadino, due aspetti non certamente da sottovalutare.

Quindi i comunicati chi li scrive?
L'assessore, di norma, o qualcuno dei suoi collaboratori sul tema specifico di cui si parla.

Ah, i comunicati, dicevamo. Non vengono mandati ai giornali. Beh, non solo.
Nel senso, che vengono pubblicati sul sito www.inarzignanonews.it.
Tutti i comunicati contengono la foto dell'Assessore che si è occupato della faccenda e quella del Sindaco. Perché, spesso, se non si associa ad una faccia, sembra che quella cosa non sia stata fatta da nessuno.
Tra i comunicati che vengono inviati ci sono: azioni della polizia locale, aggiornamenti sui lavori pubblici, novità dalle scuole, eventi e manifestazioni, le rubriche fisse (il Trovalavoro in Arzignano che viene mandata di domenica dopo una settimana di raccolta di tutte le posizioni lavorative offerte sul territorio e dintorni), il meteo per il fine settimana, aggiornamenti costanti in caso di emergenze (neve, alluvione...), i cinema in programmazione nelle sale cittadine, gli eventi sportivi della settimana e notizie di sport locale e un sacco di varie ed eventuali. Purché abbiano a che fare con Arzignano e - in qualche modo - con l'attività amministrativa.

Schermata 2013-06-26 alle 10.28.10

La cosa interessante è che nel momento in cui viene pubblicato un post su inarzignanonews.it, viene inviata un'email a tutti gli iscritti alla newsletter cittadina. Attualmente ci sono oltre 1.900 iscritti (ricordando che si tratta un comune di 27.000 abitanti e che il servizio è partito da un anno e mezzo).
A volte due o tre al giorno, a seconda di cosa accade. Senza filtri. Decide direttamente l'assessore incaricato della materia cosa e come pubblicarlo.

Quindi, ricapitoliamo: abbiamo gli Assessori che scrivono direttamente le comunicazioni al cittadino e queste vengono pubblicate nel sito www.inarzignanonews.it e, in contemporanea, mandate a tutti gli iscritti alla newsletter.

Le stesse notizie vengono rilanciate su Facebook dove il comune ha circa 4.200 fan e una notizia ha una portata che varia dai 500 alle 1.500 visualizzazioni - a seconda dell'interesse generato. Spesso l'amministratore della pagina di Città di Arzignano interviene nelle discussioni con i cittadini - quando viene tirato in ballo da segnalazioni di qualsiasi genere - o fa gestire dagli Assessori direttamente il rapporto con il loro account di Facebook.

 Schermata 2013-06-26 alle 14.44.33

Molte notizie vengono condivise anche su Twitter dove l'account, che non genera interazioni sociali ma si limita alla condivisione, ha comunque più di 600 follower.

Sempre questi comunicati vengono anche mostrati sui monitor che dall'ufficio Anagrafe si affacciano sulla piazza principale con un sistema di RSS che li reimpagina per le necessità specifiche dei monitor.

Tutte queste informazioni vengono rielaborate e scremate dalla rivista trimestrale "InArzignano", un "tomo" di oltre 60 pagine che ospita - alle agli articoli amministrativi - la ricetta locale del mese, articoli di cultura, la vignetta (che di solito prende bonariamente per i fondelli il sindaco) ed altri approfondimenti sulla vita cittadina meno legati all'attività "del comune". Un format molto "rivista" e poco bollettino comunale che sta raccogliendo buoni risultati per gli inserzionisti pubblicitari, vista la penetrazione e l'interesse che suscita. La rivista viene stampata in 11.000 copie e consegnata porta a porta a tutte le famiglie ed attività commerciali.

Parallelo a inarzignanonews.it c'è un sito per le segnalazioni di disservizi e comunicazione diretta tra cittadino ed Amministrazione, www.inarzignanosos.it, pensato e sviluppato prima che Facebook diventasse un canale aperto di comunicazione. Ma che continua a ricevere segnalazioni e per il quale si sta prlando addirittura di un potenziamento tramite app dedicata per permettere ai cittadini di fare le segnalazioni "on the road" con il cellulare: foto titolo, geolocalizzazione e via, inviato all'assessore di turno.
E' un sistema utilizzato comunque da una nicchia di cittadini che non nasconde insidie: se tutti postassimo le nostre richieste sui disagi personali si intaserebbero gli uffici solo a risponderci :-)

Schermata 2013-06-26 alle 10.51.22

Si passa poi ai canali d'informazione specifici per i target interessati:

La pagina di Facebook della Biblioteca cittadina (QUI) ha circa 5.500 fan e offre un'informazione sulle novità dei libri in arrivo, sulle nuove uscite, sui corsi (ci sono degli spazi adibiti a numeri corsi all'interno della struttura): è viva, frizzante e molto utile ed apprezzata dai frequentatori.

Schermata 2013-06-26 alle 10.26.47

Il sito/blog dedicato al mondo della cultura, eventi, informagiovani e della biblioteca, www.inarzignano.it. Il canale dedicato permette di massimizzare l'efficacia dell'informazione che viene proposta sui singoli eventi, mostre e novità. La gestione dei banner laterali, tipica del blog, permette di avere dei banner dedicati allo scaricamento della rivista InArzignano (QUI se vi interessa sbirciare il canale terminale cartaceo di questo sistema d'informazione stratificato), all'accesso semplice al Calendario degli eventi - incorporato da Google - e per l'inscrizione alla newsletter.

Schermata 2013-06-26 alle 10.25.57

Il sito/blog per l'informazione su viabilità e lavori pubblici, www.lavoriinarzignano.it approfondisce tutto quello che riguarda la grande area dei lavori pubblici: foto dei cantieri aperti, informazioni di dettaglio in caso di emergenze. Sempre con un banner utilizzabile per focus specifici.

Schermata 2013-06-26 alle 11.15.45

Il sistema è stato messo in piedi negli ultimi 3 anni e si è affinato diventando un meccanismo funzionale e comodo.
Rimangono certamente grandi spazi di miglioramento (il sito web ufficiale del comune è quello vecchio che funziona su logiche poco funzionali, l'anagrafe è ancora relegata fuori dalla rete, manca un sistema informazione smart sulla scuola primaria...).Questa comunque resta la fotografia del sistema informativo esistente.

Ma in che direzione si sta lavorando per migliorare ulteriormente il sistema d'informazione verso il cittadino?
Secondo Enrico Marcigaglia, Assessore alla comunicazione di Arzignano la sfida sarà portare l'informazione locale, visto che quella internazionale già ci bombarda.

228522_1999367473102_7668476_n"Grazie alle nuove tecnologie che saranno accessibili da una parte sempre più importante della popolazione,nei prossimi anni, si assisterà ad una vera e propria "esplosione" comunicativa indirizzata verso i cittadini.
Prevedo, che arriverà un giorno in cui, assieme alla carta d'identità, (alla pari di un codice fiscale) l'anagrafe fornirà anche l'email personale con la quale l'utente/cittadino potrà entrare ed usufruire dei nuovi servizi comunali.
Quel giorno, tutti i cittadini saranno "connessi" nella grande rete informativa / partecipativa.
La rivoluzione mediatica dei prossimi anni, infatti, si svilupperà attorno al sistema LOCAL.
Oggi, grazie ad un offerta plurima di contenuti nazionali ed internazionali, per esempio, mia nonna, grazie alla TV, conosce tutto ciò che accade negli stati negli stati Uniti, in Cina, in Africa, ma molto spesso ignora cosa stiano facendo gli operai del comune sotto a casa sua.
La sfida sarà sviluppare sistemi informativi capillari ma basati su scala territoriale, comunitaria, locale, comunale.
Le statistiche ed i sondaggi, dimostrano che la richiesta informativa è sempre più interessata alle "piccole" cose quotidiane che accadano nel proprio quartiere, all'interno della propria comunità vissuta.
Questo secondo me è la scommessa dei prossimi 10 anni, ed Arzignano è in prima fila per giocare questa sfida."

[il sistema utilizzato per la gestione della newsletter e delle segnalazioni è ilcomunedialoga.it]