prime buste del mio millennium falcon della lego Prime buste arrivate via posta del mio futuro Millennium Falcon della Lego (quello bello!)

Il Millennium Star Wars della Lego, set numero 10179 della serie Ultimate, sarà il primo quadro della mia nuova casa. Quando dico quadro lo dico in maniera ovviamente figurata, nel senso che finirà appeso ad una parete come se fosse un quadro anche se si tratta di una cosa ben diversa.
Al di là del tecnicismo del "come appenderlo", ho iniziato in questi giorni l'avventura.
Avventura è proprio la parola giusta.
Dato che il set originale del 2007 si vende su Amazon attorno ai 5.000 € ed è estremamente difficile da reperire sotto i 4.000 € [aggiornamento 2015: si vende anche a 12mila euro...], per chi vuole cimentarsi nell'impresa di assembrare i 5.200 pezzi ci sono due strade: o avere un sacco di soldi da spenderci o rivolgersi al mercato dei "pezzi sciolti".
La seconda opzione permette di averlo ad un prezzo decisamente più contenuto.
Difficile dire "a che prezzo", perché questo dipende molto dalla quantità e qualità dei compromessi ai quali si è disposti a sottostare.
Facciamo un esempio: lo vogliamo tutto colorato "a caso" cercando le migliori offerte?
Probabilmente con un po' di pazienza e buona volontà attorno ai 600 € si può fare.
Con meno compromessi andiamo dai 700 ai 900 € e il risultato finale in questo caso è molto più simile all'originale, risparmiando magari qualcosina sui pezzi interni (neri anziché grigi, rossi anziché gialli etc...)
Se si vuole l'aderenza totale alla confezione originale difficile non andare molto più su...
La domanda che qualcuno, arrivato a questo punto, potrebbe anche farsi è: perchè?
Perchè il Millennium Star Wars della Lego è la summa di un numero incredibili di espressioni artistiche, culturali e sociali degli ultimi quaranta anni.
E' la nave più iconografica di Star Wars.
Che è una serie cinematografica a sua volta icona di una generazione.
Che è diventata cartoni animati, che ha avuto una seconda trilogia 20 anni dopo, che si è trasformato in fumetto e in videogioco.
E che ancor oggi fa parlare di se in quanto la Disney potrebbe avere in mente interessanti sequel.
Senza contare i giocattoli e il merchandising che ne segue.
E poi c'è la Lego: il gioco tradizionale più venduto al mondo, quello che non conosce crisi e non subisce la concorrenza delle nuove tecnologie. Che a sua volta ha avuto film a cartoni animati, fumetti e videogiochi tutti imperniati sui famosi mattoncini.
E qui la Lego si è superata dal punto di vista dei dettagli, capolavoro ingegneristico con pochi uguali e, non dimentichiamolo, in serie limitata.
Vabbeh, questi sono alcuni dei motivi mi spingono ad affrontare questa "impresa".
E, senza dubbio, c'è anche una componente ludica per me non indifferente.
E' bello cercarli questi mattoncini, metterli in paragone, fare conteggi, aspettare la busta.
Tanti piccoli ordini da 100, 500, 20, 200 pezzi, calcolando le spese di spedizione, comprando quantità di lotti e prezzi su differenti negozi, scegliendo il colore originale o uno differente (beh, meglio quanti più originali possibili, no?)...e alla fine avere 10 kg di lego da montare, con un libretto delle istruzioni da 300 pagine.
A quando l'assemblaggio?
Tra qualche mese, probabilmente.
Dipende da tempo, dai soldi, dalle occasioni, dalle offerte...
Di sicuro il primo quadro della mia casa avrà storia e carattere.
Abbasso le scialbe stampe o le copie di pittori taroccatori.
In casa vostra lasciate che gli oggetti raccontino la vostra storia.
La mia, con il Millennium Falcon della Lego, trova la sua espressione.
E vi tengo aggiornati con le foto :)