E' tornata di moda la lomografia.
Tranne che questa volta si chiama Lomografia Social 2.0.
Prima grazie all'iPhone e ad Hipstamatic. E poi a tutti gli altri smartphone e ad Instagram, che ha portato questa rinascinata a numeri planetari che cominciano ad non essere trascurabili per qualsiasi azienda.
"
La lomografia ha origine negli anni novanta quando due studenti austriaci trovano in un mercatino alcune macchine fotografiche 35 mm compatte di marca LOMO. Il nome è un acronimo che identifica anche il luogo di origine: Leningradskoe Optiko-Mechaničeskoe Ob"edinenie. Le caratteristiche particolari di questa macchinetta fotografica compatta sono racchiuse nell'obiettivo, progettato da un ingegnere ottico sovietico, che con una focale di 32 mm si può paragonare ad un grandangolare medio. La particolarità dell'obiettivo consiste però soprattutto nella sua relativa luminosità f/2,8, che unita alle piccole dimensioni della lente fornisce immagini estremamente sature (vedi esempio) e con una vignettatura da sottoesposizione tutto intorno, che crea una sorta di effetto "tunnel"." (fonte Wikipedia)

Risulta chiaro, da questa descrizione che la nuova onda della Lomografia Social 2.0 non è proprio...lomografia, non nel senso letterale del significato originario, prettamente tecnico.
Ma cos'è quindi la lomografia, dal punto di vista culturale? Una filosofia d'approccio alla fotografia, riassumibile nel motto «non pensare, scatta!». E non è quello che fanno continuamente questa enorme quantità di fotografi da cellulare?

Credo che quando parliamo di "hipstaphoto" sia impossibile non riallacciarsi al movimento Lomografico, facendo un semplice parallelismo tra la filosofia che lo ispirava e l'utilizzo che si sta facendo dei vari programmi digitali per lo scatto e la diffusione delle foto. Milioni di persone che non sanno assolutamente la differenza tra una priorità dettata dalla focale o dai tempi, regole auree o meno, scattano miliardi di foto ogni mese e le condividono con amici e sconosciuti.

Mi viene da dire che la Lomografia fattasi social, grazie ad Instagram, è diventata la corrente di pensiero dominante nel mondo della fotografia. Numericamente parlando.

Ecco quindi l'importanza di riscoprire le 10 regole d'oro della lomografia, prima di affrontare nuovi voli pindarici sull'impatto estetico, sociale, culturale, artistico delle diffusione di massa delle nuove app "lomografiche".

E riscoprendo queste regole...vi renderete conto dell'attualità di queste e della loro "applicabilità" a questa massa di fotografi da cellulare.
Ovviamanente sono anche consigli preziosi per tutti voi ;)

Le nostre dieci regole d'oro sono alla base del motto "Non pensare, scatta e basta!-. Dopo tutto, è questo il fulcro della lomografia: divertirsi facendo belle foto. Potreste imparare queste regole a memoria oppure potreste infrangerle tutte; in un caso o nell'altro, preparatevi ad abbandonare ogni inibizione!

[potete comprare le camere originali Lomo e tutti gli accessori qui: http://shop.lomography.com nel loro store in italiano. E questa non è un'inserzione a pagamento...]

Regola #1 Portate la vostra macchina fotografica sempre con voi

Così come qualunque passione, la lomografia non si può pianificare né prevedere. È come se fosse, allo stesso tempo, una voce interiore e un desiderio profondo. La lomografia vi aspetta dietro l'angolo, pronta a dirvi "Hey bello, ti va di fare un giro?-

Quando l'ispirazione vi assale, potreste trovarvi in un garage, nella foresta, in aereo, in un hammam, al lavoro, sul Fujiyama oppure a letto, mentre fate colazione.
Il dito indice inizia a tremare, i vostri occhi diventano avidi, la vostra anima brama immagini. Afferrate la vostro LOMO LC-A, click, cavolo!, click, ok ora va meglio, click. Poi, tutto d'un tratto, vi assale l' irrefrenabile desiderio lomografico di documentare quello che vi sta intorno, tanto forte che sarà quasi impossibile da ignorare. Beh, dopo tutto voi non volete che vi abbandoni: quando percepite la lomografia la vita inizia ad avere tutto un altro sapore. È la miglior droga che esista al mondo.

Sapevate che le foto migliori escono in situazioni spontanee e inaspettate e che, di conseguenza, molte di queste non vengono mai scattate, proprio perché manca una fotocamera per immortalare quei momenti? La vostra LOMO LC-A compatta deve diventare parte integrante di voi. Essa tocca le "sfere fotografiche" che altre macchine non raggiungono: momenti improvvisi, spontanei, i più intensi della vostra vita! Aprite gli occhi e portatevi sempre dietro la vostra LOMO LC-A .

Regola #2 Usatela sempre - giorno e notte

Ogni secondo è speciale per voi e la vostra LOMO LC-A: ogni momento è un monumento! Quando lomografate, non state soltanto vivendo la vostra vita con maggiore intensità ed eccitazione, ma state anche conservando il presente in vista del futuro. E tutto con l'aiuto delle vostre chiare, scure, sfuocate, improvvise, colorate, grigie, indefinite, dirette, romantiche e numerosissime lomografie!

I vostri sentimenti, la vostra memoria e le vostre lomografie: tutti questi elementi si mescolano per rendere la visione e la percezione del mondo e della vita più complete, nuove ed autentiche. Voi non avete delle percezioni soltanto all'alba, al tramonto, in vacanza o al compleanno di vostra zia, giusto? Continuate a scattare foto in qualunque ambiente, ogni giorno e ogni notte, siate ricettivi e create una vostra personalità, un vostro essere e un vostro stile. Scattate senza sosta e date un calcio in culo alla vostra memoria con le vostre splendide, orribili, bellissime, stupide e artistiche lomografie.

Esse est percepii est Lomographi. Usate la vostra LOMO LC-A in ogni singolo momento della vostra esistenza!

Regola #3 La lomografia non è un'interferenza nella vostra vita, ma è parte di essa

Non fatevi spaventare dalle relazioni durature. La LOMO LC-A è quello di cui avete sempre avuto bisogno: la vostra nuova migliore amica, il compagno di sbronze, il leader spirituale e l'amante, tutti allo stesso tempo. Voi lavorate con la macchina, bevete con la macchina, dormite con la macchina. La lomografia diventa un'abitudine normale e funzionale della vostra vita, proprio come parlare, camminare, mangiare, pensare, ridere e amare.

Essendo lomografi, non state solo fotografando una situazione, voi stessi siete parte integrante di quella situazione.
La vita respira la lomografia, la lomografia respira la vita. Parlate e lomografate, camminate e lomografate, pensate e lomografate, amate e lomografate, lomografate e lomografate!

La lomografia è un segnale forte della vostra esistenza, l'ininterrotta confessione della vostra lussuria di vivere e un campo magnetico per i vostri sentimenti più profondi.

Regola #4 Provate a scattare "di fianco"

Il classico punto di vista del fotografo attraverso il visore è, da un certo punto di vista, fisicamente finito: esso è limitato ad un'altezza compresa fra 1,1 e 2,2 metri dal suolo. Ma che cosa succede da lì in giù e da lì in su, dalla prospettiva di un cane, di un gatto, di un bambino, di un verme, di una lumaca, di un uccello e di un insetto? Non nascondetevi dietro la vostra macchina fotografica, liberatevi da inutili convenzioni. Non guardate nel visore: lasciate da parte il vostro margine di sicurezza e la vostra inutile timidezza.

Mani su, mani giù, mani in avanti. Lomografate dall'alto verso il basso e dal basso verso l'alto, da un punto di fronte a voi verso di voi e dal vostro corpo verso punti indefiniti: verso scarpe, calzini, dita dei piedi, fianchi, bottoni, cinture, sederi; aloha! La vostra LOMO LC-A è un oggetto pratico che vi permette di concentrarvi su ogni minimo dettaglio e di catturare una situazione in un batter d'occhio.
Avvicinate la vostra macchina ai fianchi e scattate una foto: vivrete un'esperienza visiva assolutamente nuova e senza confini.

Regola #5 Avvicinatevi il più possibile al vostro oggetti del desiderio lomografico

Una parte essenziale della vostra esistenza lomografica sta nell'andare dritti al cuore delle cose e scoprire il mondo dall'interno.

Proprio come fate con le persone, dovete essere dolci, carini, comprensivi ed interessati a conoscere il senso profondo dei vostri soggetti. Appena sentirete il giusto movimento, scattate una foto! Provateci, e vedrete che l'amore profondo che esprimete per i vostri soggetti lomografici troverà un chiaro riflesso nelle vostre immagini. Entrate in contatto con i vostri soggetti e costruire delle relazioni.

Sorridete, ciao ciao, la LOMO LC-A è una parte fondamentale nelle vostre relazioni, buongiorno, click, la macchina vi aiuta a conoscervi meglio ed è, dopo tutto, un buon motivo per parlare con qualcuno ad una festa noiosa. Click click, sarà una bella foto, click, posso inviartela via email? click, perfetto, click, ti amo, click, comunicate, parlate!! Dalla comunicazione dipende la qualità della lomografia. Avvicinatevi, sempre di più, non abbiate paura: se sorridete, tutti inizieranno ad amare voi e la vostra LOMO LC-A e per di più si renderanno conto che la lomografia è la cosa più naturale che esista!

Regola #6 Non pensate

Le intuizioni più spontanee e limpide sono le vostre prime impressioni sul mondo. Si manifestano in momenti di transizione della percezione visiva-sensoriale in cui i nostri sensi inviano al cervello un'informazione allo stato grezzo. Pochi millisecondi dopo tutto finisce: la vostra ingombrante, sconclusionata, malinconica e bacchetona razionalità mette fine al divertimento e trasforma le vostre percezioni, un attimo prima bellissime e incontaminate, in concetti noiosi, astrazioni, idee e problemi. È la vita, direte voi…….io dico ma anche no!

Abbiamo scoperto un modo semplice e meraviglioso per liberarci di queste convenzioni: non pensare! Buttate alle ortiche la vostra socializzazione intellettuale, lasciate che un flusso imperfetto di informazioni circoli liberamente, spontaneo e senza censure nel vostro cervello. Scattate, sentite, percepite e scattate, divertitevi, fotografate qualunque cosa vi capiti sott'occhio, qualsiasi cosa vi attragga, vi stuzzichi, vi ecciti, vi seduca.

La lomografia è una sorprendente deviazione dalla vostra vita cervellotica, che vi illuminerà con rivelazioni pure, semplici e incredibili.

Regola #7 Siate rapidi

Il nostro mondo si muove come un treno ad alta velocità senza freni, ed è imbrigliato in sistemi ultra complessi che la maggior parte delle persone, in effetti tutti noi, non riusciamo più a percepire, una vera e propria manna dal cielo per l'occhio lomografico!

I movimenti, le azioni e i momenti lomografici non sono certo attratti da chi legge un banale giornale. I bagnini con la panza, il campione di danza con il vestitino attillato, il cane con la cravatta rosa, l'autista del bus con gli occhiali spessi, vostro padre sotto la doccia. Credetemi: queste persone non impazziranno certo per foto del genere, ma voi certamente sì!

Quindi, cowgirls e cowboy: premete dolcemente il grilletto sulla messa a fuoco della vostra LOMO LC-A, abbiate fiducia in voi e nell'esposizione automatica, fatevi coraggio e siate rapidi nel catturare l'attimo e quell'evento accidentale. Trattenete il respiro, siate coraggiosi, cogliete l'occasione, muovetevi, scattate, correte, divertitevi, agite in fretta: questa è la lomografia!

Regola #8 Non dovete sapere in anticipo quello che avete catturato sulla pellicola

Non potrete mai prevedere i risultati dei vostri scatti con la LOMO LC-A, dato che vi troverete sempre a gestire un mix di meccanismi russo-cinesi, pellicole grezze (e spesso scadute), emulsioni chimiche, la buona volontà del vostro tecnico di laboratorio, la luce naturale e artificiale, il vostro estro artistico e molti altri fattori sui quali non potrete fare affidamento.

Inoltre, la lomografia è un atto inconscio che non può essere minimamente controllato. I lomografi spesso vengono da una pletora di situazioni, idee e intenzioni diverse e inaspettate. Dipenderà tutto da voi: sarà il vostro rapporto con il mondo esterno e le sue relative coincidenze a prendere la decisione finale, lomografia sì o no?
La vostra risposta dovrà essere affermativa perché la lomografia è divertentissima, perché vi rende curiosi, perché è eccitante l'idea di non sapere mai cosa uscirà e perché essa vi regala dei livelli di creatività e ispirazione assolutamente inaspettati!

Vivere con la LOMO LC-A significa dipendere sempre dall'imprevedibilità, l'incertezza e la coincidenza: in poche parole, è vivere in libertà.

Regola #9 E poi..

Qualche giorno dopo, quando ritirerete le vostre lomografie dal laboratorio, non crederete ai vostri occhi: chi è quello? Che cos'è sto colore? Quando l'ho scattata questa? Di chi sono questi capelli? Sei tu questo? No è Sabrina, interessante…e ci sono anche i piedi di Hansi…sconcertante, la tua collezione di farfalle, che peccato, una bottiglia di schnapps, una testa enorme, immagini sfuocate, sorprese, denti, doppie esposizioni accidentali.

Se già del mondo capirete solo una piccola parte, della lomografia ne capirete anche meno!

Non provate ad analizzare le foto: guardatele in un modo diverso e lasciate che vi raccontino una storia, che è automaticamente anche la vostra storia. Le vostre azioni lomografiche sono una registrazione costante della vostra esistenza, che illustra le avventure della vostra vita in tutte le sue anomalie, gli stati d'animo, le forme, i colori, le facce e le forme indistinte. Non avrete bisogno di capire esattamente cosa è stato registrato sulla pellicola, dovete soltanto leggere fra le righe, fra le lomografie, imparare a guardarle in un modo diverso e a leggere le forme, i sentimenti, le espressioni, le loro oscillazioni, il loro ritmo: la vostra vita!

Regola #10 Non preoccupatevi delle regole

Non ascoltate gli altri: rimanete coerenti con voi stessi, seguite la vostra personale voce lomografica e non dimenticate mai che non è tutto oro ciò che luccica.

Scoprite una vostra lomografia personale, dimenticate le lezioni che avete ricevuto, la socializzazione, l'indottrinamento, la conoscenza e tutto ciò che avete imparato o anche non imparato sulla fotografia. Liberate i vostri desideri più nascosti, non smettete mai di muovervi, non smettete mai di lomografare: credete in voi stessi, concentratevi sulle cose importanti e su quelle più futili, godetevi la vita in tutte le sue sfumature, dimenticatevi della macchina che avete in mano e scattate foto fino a che non vi bruciano gli occhi!

 

Per CONSULENZA e FORMAZIONE per il SOCIAL MEDIA MARKETING della TUA AZIENDA clicca qui.