Secondo una ricerca pubblicata su Ipspos-na.com, condotta per conto di Reuters News, la grande maggioranza (85%) dei cittadini globali collegati on-line in 24 Paesi utilizza Internet per la posta elettronica mentre sei su dieci (62%) lo usano per il social networking, come prova un nuovo sondaggio di Ipsos società globale di ricerca per Reuters News.
Uno su dieci usa Internet per connettersi con le persone attraverso il voice-over IP (14%).
Ecco tutti i dati.

L'Email è la regina...ma il social media è subito dietro.
La maggior parte (85%) degli intervistati a livello mondiale che sono connessi online riferiscono che utilizzano Internet per inviare e ricevere e-mail, compresa la maggioranza di coloro che in ogni Paese preso in esame ad eccezione per l'Arabia Saudita, dove è solo la metà (46%) a dirlo.
Quelli in Ungheria (94%) sono più propensi a dire di usare Internet per le email, seguito da nove su dieci di quelli svedesi (92%), Belgio (91%), Indonesia (91%), Argentina (90%) e Polonia (90%).

La popolarità dei Social Media è alta tra i cittadini globali che utilizzano Internet.
La maggior parte di essi (62%) dicono di visitare siti di social networking, forum o blog tra cui otto su dieci di quelli in Indonesia (83%), Argentina (76%) e Russia (75%) e sette su dieci di quelli del Sud Africa (73%), Svezia (72%), Spagna (71%) e Ungheria (70%).
Anche nei Paesi dove il social media di navigazione è meno popolare, una consistente minoranza di quelli collegati on-line segnalano ancora l'utilizzo di Internet in questo modo: 35% in Giappone, il 42% in Arabia Saudita e il 50% in Francia.
Il futuro della voce
Voice-over IP (VOIP) - conversazioni audio effettuate tramite la connessione internet - è utilizzato dal 14% dei cittadini del mondo collegati on-line. La tecnologia relativamente nuova si è impadronita di tre su dieci internauti provenienti dalla Russia (36%), Turchia (32%) e un quarto di quelli in India (25%).
Solo una manciata dal Brasile (4%),dalla Francia (5%),dagli Stati Uniti (6%) e dal Belgio (6%) utilizzano VOIP.

Questi sono alcuni dei risultati di un sondaggio Ipsos Global @dvisor condotto per conto di Reuters News.
Lo strumento d'indagine è condotto mensilmente in 24 Paesi attraverso il sistema online Panel Ipsos.
I paesi riportati nel presente documento sono Argentina, Australia, Belgio, Brasile, Canada, Cina, Francia, Germania, Gran Bretagna, Ungheria, India, Indonesia, Italia, Giappone, Messico, Polonia, Russia, Arabia Saudita, Sud Africa, Corea del Sud, Spagna , Svezia, Turchia e Stati Uniti d'America.
Un campione internazionale di 19,216 adulti di età compresa tra i 18 e i 64 anni negli Stati Uniti e Canada, e l'età tra i 16 e i 64 anni in tutti gli altri Paesi, sono stati intervistati tra il 7 e il 21 febbraio 2012. Circa 1.000+ persone hanno partecipato, Paese per Paese con l'eccezione di Argentina, Belgio, Indonesia, Messico, Polonia, Russia, Arabia Saudita, Sud Africa, Corea del Sud, Svezia e Turchia, dove hanno ciascuno un campione di 500+.
La ponderazione è stata in seguito impiegata per bilanciare la demografia e garantire che la composizione del campione rifletta quella della popolazione adulta secondo i più recenti dati nazionali del censimento e per fornire risultati attesi per approssimare l' universo del campione.
Un sondaggio con un campione probabilistico non ponderato di queste dimensioni e con un tasso di risposta del 100% avrebbe un margine di errore stimato di + / -3,1 punti percentuali per un campione di 1000 e un margine di errore stimato di + / - 4,5 punti percentuali per un campione di 500, 19 volte su 20 per Paese di quei risultati che avrebbe avuto l' intera popolazione degli adulti di età specifica precedentemente interrogati in quel Paese .

[fonte: http://www.ipsos-na.com/news-polls/pressrelease.aspx?id=5564]