Ramon Mosterd

Se vi occupate di marketing, di pubblicità di siti web o di comunicazione in generale, non potete non essere coinvolti dal mondo _ fagocitante di budget e di utenti - del mobile.
Cosa ci prospetta il 2013 in termini di tecnologie mobile?
"La bibbia" Mashable prova a fare l'indovina. E secondo me ci azzecca.

Da certi punti di vista il mobile è un universo a sé: il 2012 ci ha dimostrato che esso rappresenta il presente e il futuro della tecnologia.
I dati di vendita dei dispositivi mobile hanno raggiunto nuove vette nel 2012. Le ricerche di mercato svolte da Gartner hanno sottolineato che le vendite dei tablet raggiungeranno le 120 milioni di unità, quasi il doppio che nel 2011.

Inoltre, il numero di smartphone attivi ha sfondato la soglia del miliardo (uno ogni 7 persone nel pianeta) e anche se sono serviti ben due decenni per raggiungere un miliardo di smartphone attivi, l'agenzia Strategy Analytics prevede che questa cifra aumenterà a oltre due miliardi già nel 2015, spinta dalla crescita delle economie in sviluppo di Cina, India e dall'Africa.

Non si parla solo di telefoni e tablet, in ogni caso.
Nel 2012 infatti sono nate molte altre tecnologie smart mobile, dagli orologi ai braccialetti, persino occhiali che possono visualizzare video all'interno delle lenti.
Parlando di occhiali, ad aprile Google ha messo in subbuglio il mondo high tech svelando i suoi piani per la creazione di un futuristico paio di occhiali chiamato Project Glass.

Bene, se pensate che nel 2012 il mobile abbia fatto passi da gigante, quest'anno potreste rimanere ancora più stupiti. Ecco quello che ci dovremo aspettare dalla tecnologia mobile nel 2013.

La guerra dei brand stimolerà l'innovazione

In termini di smartphone, nel 2013 il settore mobile sarà come un ring da box. La sfida principale sarà quella fra i pesi massimi di Apple e Samsung, che staranno bene in guardia a osservare chi riuscirà a produrre il dispositivo mobile di maggior successo.
Il Samsung Galaxy III ha di recente detronizzato l'iPhone in questo senso. Mentre Apple ha aggiunto funzionalità all' Phone 5 con i piedi di piombo, Samsung si è intestardita, dando al Galaxy S III un enorme display da 4,8 pollici, tecnologia NFC (di cui parleremo fra poco), una fotocamera di altissima qualità e un assistente vocale simile al Siri dell'iPhone.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Sembra che Apple si stia già preparando a contrattaccare. Pare infatti che Apple stia testando il suo prossimo iPhone, chiamato "iPhone 6.1" che funziona con iOS 7.

Oltre all'iPhone e il Galaxy esiste una schiera di validi contendenti pronti a dare ai due giganti un colpo sotto alla cintola: fra gli altri ricordiamo dispositivi quali Motorola, HTC e Nokia.

Potrebbero persino esserci altri concorrenti in gara.
Sembra che Amazon farà uscire un Kindle Phone nel 2013. Si è persino parlato del fatto che Facebook starebbe lavorando su uno smartphone, ma il CEO e fondatore Mark Zuckerberg ha negato queste voci a settembre.

Perché tutto questo dovrebbe interessarci? Beh perché vorrà dire che verranno creati cellulari migliori. La competizione stimola l'innovazione. Ci aspettiamo che questi brand continueranno ad aggiornare i loro prodotti con processori più rapidi, fotocamere migliori e funzionalità sempre più innovative.

Non è comunque l'unica battaglia che avrà luogo nel 2013. Un'altro scontro da tenere d'occhio sarà quello per il terzo posto nel mondo dei sistemi operativi mobile. Android è il numero uno incontrastato con quasi il 75% della quota di mercato globale. Anche se iOS di Apple è a miglia di distanza da Android, non sembra volersi allontanare dalla seconda posizione.

Nel 2013, i principali contendenti per il terzo posto saranno Windows Phone 8 e Blackberry 10, il cui lancio è previsto per i prossimi mesi.

Ci sono un altro paio di cavalli in corsa per il terzo posto. Mozilla prevede di lanciare un Firefox 06 in un non ben precisato mese del 2013. Poi c'è Tizen, un OS mobile creato da Linux. Samsung ha di recente rivelato la sua intenzione di far uscire dei dispositivi basati su Tizen nel 2013.

Sia Firefox sia Tizen sono sistemi operativi mobile open source, ma non saranno gli unici. Ci sono due altri sistemi operativi mobile open source da tenere d'occhio nel futuro. Jolla prevede di lanciare degli smartphone e forse dei tablet che funzioneranno con Sailfish OS nel 2013; e gli smartphone di Ubuntu dovrebbero giungere sul mercato nei primi mesi del 2014.

Nessun pagamento mobile NFC, almeno per ora

22Prima di lasciare casa, molti di voi controlleranno sicuramente di avere tre oggetti: le chiavi, il portafoglio e il cellulare. Beh, grazie alla tecnologia NFC, i cellulari potrebbero presto alleggerire il peso delle vostre tasche, rimpiazzando il portafoglio con un semplice "e-portafoglio".

Si parla di tecnologia NFC ormai da molti anni. Fondamentalmente, essa permette di stabilire una connessione molto sicura e a brevissima distanza attraverso la tecnologia radio. Se uno smartphone è fornito di sistema NFC, come lo sono la maggior parte dei nuovi modelli Android, e se un negozio ha un terminale NFC si potrebbe in teoria fare un acquisto toccando semplicemente lo schermo all'interno di quel terminale.

La tecnologia NFC ha anche altre applicazioni, come il trasferimento di dati fra telefoni, ma i pagamenti mobile sono la funzionalità di cui si è parlato più spesso.

Esistono già dei servizi come Isis e Google Wallet: essi salvano le informazioni di pagamento di una persona all'interno del dispositivo.

Il motivo per cui i pagamenti mobile con NFC non sono ancora molto diffusi è che la penetrazione del dispositivo nel mercato non è stata sufficiente per spingere i negozi ad aggiornare le loro tecnologie. Fondamentalmente, non ci sono abbastanza smartphone con questa tecnologia; gli Android hanno iniziato ad adattarsi ma, al contrario dell'iPhone, l'hardware Android non è uniforme fra i vari dispositivi.

Anche se questo processo è in corso ormai da un po', esso si è velocizzato solo ora che la maggior parte dei nuovi Android, compreso il Galaxy S III, possiedono la tecnologia NFC. Se Apple realizzasse un nuovo iPhone nel 2013, e se Apple questa volta decidesse di includere l'NFC, probabilmente si prodigherebbe ad adottare il metodo di pagamento mobile.

Anche se tutto ciò avvenisse, in ogni caso, essendo che quest'anno non uscirà un nuovo iPhone, è possibile che non vedremo l'NFC penetrare ancora nel mercato di massa Forse il 2014 sarà finalmente l'anno dell'NFC.

Smartphone flessibili

Ecco qualcosa di cui non avreste mai pensato di aver bisogno, uno smartphone pieghevole.
Questi dispositivi saranno più leggeri, più durevoli e lo schermo si potrà piegare: questa caratteristica è resa possibile da uno schermo costruito con un diodo organico luminoso (OLED) e da una copertura in plastica, e non in vetro.
Sembra proprio che Samsung stia pensando di produrre questo tipo di telefonini pieghevoli.

Ma Samsung non è l'unica azienda ad averci pensato.
Molti altri stanno sviluppando schermi flessibili. Al Nokia World svoltosi a Londra nel 2011, Nokia ha presentato un dispositivo che non solo si piega ma è controllato dal piegamento stesso. Date un'occhiata a questo video.

Dato che ci sono diverse aziende che ci stanno lavorando su, è possibile che qualcuno cercherà di essere il primo a sfondare nel mercato nel 2013. Circolano delle voci sul prossimo modello del Galaxy di Samsung, che apparentemente dovrebbe avere uno schermo HD pieghevole.

Il futuro delle fotocamere degli smartphone

Le fotocamere e i telefoni cellulari sono "sposati" ormai da un decennio (anche se si "frequentavano" da un po'). In questi anni, la relazione si è sempre più consolidata in termini di specifiche, e tutto ciò ha condotto a fotografie di maggiore qualità.

Nokia ha alzato la posta in gioco nel 2012, realizzando 808 PureView, uno smartphone equipaggiato con una fotocamera da 41 megapixel.
L'iPhone 5 ha una fotocamera da 8 megapixel. Ovviamente, avere più megapixel non significa necessariamente avere foto migliori, ma essi giocano sicuramente un ruolo importante.

In ogni caso nel 2013 non dovremo soltanto aspettarci smartphone con più megapixel, migliori sensori, migliori flash e maggiori velocità di scatto; si parla infatti anche di altri futuristici sviluppi.

Uno di quelli che più probabilmente sbarcherà sul mercato nel 2013 è un sensore sviluppato da Toshiba che permetterà agli utenti di modificare la messa a fuoco di uno scatto durante la fase di post elaborazione, in modo molto simile alle fotocamere Lytro.

Un altro sviluppo da ricordare è l'aumento del numero di fotocamere economiche che sono in grado di fare foto e video in 3D.

Queste migliorie sono interessanti ma non è certo finita qui! Ultimamente delle fotocamere di ottima qualità vengono letteralmente trasformate in smartphone. Nel 2012 Samsung ha prodotto una fotocamera Galaxy che uno dei redattori di Mashable, Peter Pachal, ha descritto come un "dispositivo incredibile".

Magari le fotocamere integrate non saranno proprio la norma nel 2013, ma non c'è dubbio che diventeranno sempre più comuni.

Alla fine, potrebbero persino venire inventate delle fotocamere che avranno la capacità di penetrare gli oggetti, come muri sottili, vestiti o persino la pelle. Anche se la tecnologia è già esistente, non aspettatevi di vederla nel 2013. Forse il mondo non è ancora pronto per la visione a raggi X.

Tecnologie pret-à-porter

Oggi non basta più portare con sé la tecnologia. Oramai le persone la vogliono persino indossare.

In aprile, il Pebble Watch, che integra sia dispositivi Android sia iOS, ha ricevuto un finanziamento su Kickstarter di oltre dieci milioni di dollari da circa 70.000 persone. Tuttavia Pebble non ha ancora consegnato gli orologi: sta attualmente assegnando le prevendite, ma non ha ancora annunciato la data del suo rilascio. Possiamo dire con una certa sicurezza che questi telefoni saranno disponibili nel 2013.

Nonostante oggi siano disponibili anche altri "smart watch", Pebble potrebbe trovare un'agguerrita concorrenza se le voci riguardo la creazione di uno smart watch Apple si rivelassero vere.
In effetti, Apple ha di recente ricevuto 22 brevetti che potrebbero permettere all'azienda di sviluppare una serie di tecnologie smart indossabili, comprese scarpe, magliette, attrezzature da sci eccetera.

I brevetti di per sé non contano molto, quindi a meno che non sentiate notizie a riguardo, non aspettatevi che degli smartpants Apple (ironicamente chiamati smartypants in inglese, pantaloni "intelligenti") debuttino sul mercato nel 2013.

E a proposito di tecnologie indossabili particolarmente interessanti che probabilmente non vedranno la luce nel 2013, date un'occhiata a questo video dei Google Glass, mentre attendete impazienti il futuro.

Di buono c'è che, visto che siamo sopravvissuti all'apocalisse Maya, sembra che potremmo effettivamente vivere ancora per un po', dopo tutto. In caso non l'aveste notato, sembra abbastanza chiaro che il futuro ha in serbo per noi delle straordinarie tecnologie mobile.

[fonte: http://mashable.com/2013/01/04/mobile-2013/]