Normativa e-commerce: l'abc per iniziare

Il commercio elettronico è governato da una serie di regole giuridico - fiscali che devono essere conosciute per esercitare al meglio le attività e gestire le funzionalità correttamente. Ecco alcuni spunti (che non vogliono essere esaustivi) per orientarsi sulla normativa e-commerce Resta sempre il consiglio - obbligo...- di rivolgersi al proprio commercialista e alle categorie di settore per avere maggiori informazioni per quanto riguarda la propria categoria di beni/servizi e i mercati di riferimento.

Normativa e-commerce

Decreto legislativo 1 marzo 1998, n. 114
La norma precisa che, per avviare l’attività di commercio via internet, si deve dare comunicazione preventiva (Modello COM6) al Comune nel quale l'esercente ha la residenza, se persona fisica, o nel quale è fissata la sede legale, se persona giuridica.

Tra gli aspetti giuridici fondamentali si tengano presenti:

LA CONTRATTAZIONE SU INTERNET
L'art. 15, comma 2, della legge 15 marzo 1997, n 59 attribuisce valore legale ad ogni effetto ai documenti, agli atti, ai dati, ai contratti formati dai privati e dalla pubblica amministrazione mediante strumenti informatici, trasmessi per via telematica e redatti con formalità previste dal regolamento attuativo della stessa legge.

L'ACCORDO DELLE PARTI
il contratto si conclude nel momento in cui chi ha fatto la proposta ha conoscenza dell'accettazione dell'altra parte. Proposta e accettazione producono i loro effetti dal momento in cui vengono a conoscenza del relativo destinatario (art. 1334 c.c.).
I contratti possono essere anche conclusi direttamente dai computer. In questi casi il cliente provvede a compilare il modello proposto dal venditore. La conclusione del medesimo avverrà nel momento in cui il destinatario avrà comunicato al mittente la conclusione del medesimo.

TUTELA DEL CONSUMATORE
il consumatore deve ricevere le seguenti informazioni (art. 3):
- identità e, in caso di pagamento anticipato, indirizzo del fornitore;
- caratteristiche essenziali del bene o del servizio;
-il prezzo, comprensivo di tasse e imposte; le modalità di pagamento, consegna ecc.;
- l'esistenza del diritto di recesso o sua esclusione (art. 5, comma 3); le modalità e tempi di restituzione o di ritiro del bene in caso dell'esercizio del diritto di recesso;
- durata della validità dell'offerta;
- la durata minima del contratto nel caso di fornitura periodica o continuativa di prodotti o servizi.

I TEMPI DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI ED IL DIRITTO DI RECESSO
I decreti legislativi 50/92 e 185/99 prevedono particolari oneri informativi a carico del venditore e la possibilità per il compratore di esercitare il diritto di recesso senza alcuna penalità e senza dover fornire spiegazioni.

LA SCELTA DEL FORO COMPETENTE
Per stabilire la competenza territoriale, in caso di controversie, è necessario fare riferimento al domicilio e alla residenza fisica del consumatore.

PRIVACY
E' obbligatorio dare adeguata informativa su tutti i trattamenti dei dati personali che vengono effettuati dal titolare, e nello specifico, al momento della raccolta di dati tramite compilazione di schede per via telematica occorre fornire all'utente una serie di informazioni:

- le finalità e le modalità del trattamento cui sono destinati i dati
- la natura obbligatoria o facoltativa del conferimento dei dati
- le conseguenze di un eventuale rifiuto di rispondere
- i soggetti o le categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati, e l'ambito di diffusione dei dati medesimi
- gli estremi identificativi del titolare e, se designati, del rappresentante nel territorio dello Stato e del responsabile.

Le operazioni interne:
Si ricorda che per le vendite a distanza, non vi è l’obbligo di certificazione mediante emissione di fattura [art. 22 comma 1 DPR 633/72] né di scontrino fiscale o ricevuta [art. 2 lett. oo) DPR 696/96] se non su richiesta del cliente.

Operazioni Intracomunitarie:
Le operazioni di commercio elettronico indiretto che avvengono tra soggetti UE, sono equiparate alle vendite a distanza (art. 40 comma 4 lett. be 41 comma 1 lett. b D.L. 331/93).

Operazioni Internazionali:
Regime ordinario previsto per le importazioni (art. 67 DPR 633/72) e per le esportazioni (art. 9 DPR 633/72).