consulente SEO

Inutile far finta di nulla. Se guardate i trend di Google, la parola "SEO" è più cercata in Italia di "web marketing". Ma non di poco: il volume di ricerche su SEO triplica quello su "web marketing". Per "social media marketing" non c'è storia. Pochi pochi quelli interessati. "SEO is KING" verrebbe da dire.

SEO azienda

Per fare un esempio numerico, solo "SEO Vicenza" totalizza più di 600-700 ricerche al mese.
L'interesse diffuso per la SEO è comprensibilissimo: essere trovato prima del tuo competitor da chi cerca il tuo servizio fa la differenza tra vendere e non vendere.

Quindi...parliamo di SEO e di cosa aspetta all'ottimizzazione per i motori di ricerca nel prossimo futuro. Ecco il decalogo della SEO per il 2015.

1. Il mobile sarà il re.

Il traffico mobile supererà il traffico web desktop nel 2015. Ciò significa che le ricerche mobile saranno degne della massima attenzione - per lo meno quanta ne dedicate alle ricerche da desktop. Molte aziende stanno ancora ignorando il mobile e chi non lo fa deve sfruttare il momento di supremazia.
Aggiorna il tuo sito web affinché sia ottimizzato anche per i cellulari e sviluppa na solida strategia SEO anche su mobile.

2. Il Social aumenta d'importanza per la SEO.

Per molti esperti i social influenzano già la SEO. Sicuramente diventeranno sempre più importanti per la strategia di web marketing. Quindi saranno un importante canale di marketing a se stante, ma anche per migliorare il posizionamento del sito sui motori di ricerca. Sui motori di ricerca ci sono già dei segnali che ci fanno presupporre si calcoli anche cosa succede sui social.

3. Le email sopravvivono a tutto.

Le email saranno più importanti che mai. Con il sovraccarico di dati che bombarda le persone su web, il buon email marketing continuerà ad avere una penetrazione e un ritorno molto alto. I link in entrata dalle vostre newsletter sono comunque importanti.

4. Il real time è importante.

Gli strumenti di analisi online stanno diventando potenti strumenti di marketing. I dati di analisi in tempo reale permetteranno al marketing online di lavorare meglio sulla SEO e più velocemente…anche per dare risposte più rapide. Gli utenti hanno la comunicazione in tempo reale e non comprendono perchè la tua azienda ci impiega 30 minuti a sistemare qualcosa o a rispondere nel 2015.

5. Supremazia semantica.

La vecchia scuola del targeting per parole chiave è morta e sepolta. Ora il contesto diventa il re.
La ricerca semantica sarà un bene, al punto che le pagine che sei riuscito a posizionare in prima pagina saranno spedite in decima se non incorporate in un contesto semantico coerente nelle tue attività di marketing online.

6. Tutti lo faranno.

Se non stai ancora facendo SEO, inizia subito. O rimarrai troppo indietro. Entro la fine del 2015, a seconda del settore in cui operi, la maggior parte o tutti i concorrenti faranno almeno un po’ di SEO.

7. Veloce e facile

A Google non piace lento, non piace difficile da naviga e tu dovresti riflettere su questo.

8. Reputazione

Chi scrive sul tuo sito, gli autori, avranno un ruolo importante per la SEO. Avere autori influenti che dimostrano una grande autorità nel loro settore è importante: questa viene desunta dai segnali social, dai commenti, dalla scrittura di qualità…tutto questo può aumentare il vostro posizionamento sui risultati delle ricerche di Google.

9. Contenuto

Google diventa sempre più sofisticato. Se ancora hai dei risultati con quantità di link di entrata, non avrai vita lunga. Comincia ad assumere buoni scrittori di contenuti. Quello diventa fondamentale.

10. Freschezza

La notizia di ieri è una notizia vecchia. Il contenuto deve essere attuale o diventa obsoleto. E con lui il tuo sito che lo ospita.