Su E-commerce Guide Vangie* Beal ha analizzato le "Principali tendenze per l'e-commerce nel 2012" e presentando qualche consiglio per lo sfruttamento del canale mobile per vendere online.

[...] Quest'anno, è ormai chiaro che i giorni della costruzione di siti web per servire al meglio i consumatori (che acquistano soprattutto online) siano finiti.
Lasciando da parte le profezie dei Maya, il 2012 sarà stracolmo di consumatori mobile. Se non siete anche su mobile, non sarete abbastanza competitivi.
E il vostro business da e-commerce soffrirà, a mano a mano che la concorrenza macinerà vendite, fornendo ottimi servizi di e-commerce su dispositivi mobile.
E-commerceGuide.com ha parlato con Diane Buzzeo, AD e fondatrice del provider di software per e-commerce Ability Commerce, per approfondire il tema del mobile e scoprire perché questa è una tendenza di e-commerce da non sottovalutare nel 2012.

Perché i rivenditori online devono essere anche su mobile

Le principali tendenze che abbiamo notato (un trend che sta sconvolgendo gli equilibri esistenti) sono un aumento dell'uso dei dispositivi mobili, come smartphone o tablets e il loro uso per l' e-commerce da parte dei consumatori. Sui dispositivi mobile i vostri clienti fanno qualsiasi cosa, dal partecipare a offerte promozionali allo scannerizzare i codici QR per fare ricerche sui prodotti, dall'analisi dei prezzi all'acquisto finale del prodotto.

Con una ricerca approfondita sul mobile, che conta 82,2 milioni di utenti smartphone negli Stati Uniti, non c'è da stupirsi se assistiamo a un numero sempre più grande di consumatori che fanno acquisiti con un telefono cellulare piuttosto che un computer, fisso o portatile.
Lo stesso dicasi per i tablet, che rappresentano il principale cambiamento nell'industria informatica degli ultimi anni.

"Abbiamo sicuramente visto un esplosione nel traffico proveniente da smartphone. Ma l'esplosione è stata ancor più impressionante nel tasso di ordini provenienti da tablet" sostiente Buzzeo.

Per il proprietario di un sito di ecommerce, la crescente adozione dei dispositivi mobili da parte dei consumatori rappresenta un cambio radicale.
Buzzeo definisce la rivoluzione mobile "un cambiamento culturale": ciò comporta che dovrete adeguare le vostre aziende online(sia per quanto riguarda il design del vostro sito sia secondo il momento della giornata in cui vi aspettereste un determinato volume di vendita) se volete avere successo quest'anno.

Buzzeo continua: "Lo consideriamo un cambiamento culturale. Gli ordini di solito arrivavano ai siti di e-commerce durante la giornata. Erano persone che sedute davanti al loro computer ordinavano qualcosa durante la loro pausa pranzo, o anche quando, in teoria, avrebbero dovuto lavorare. Abbiamo anche assistito al cambiamento di tendenza delle fasce orarie in cui gli ordini vengono completati-per esempio quando una mamma, dopo essere tornata dal lavoro, si siede sul divano con in mano l'IPad".

Considerazioni sul mobile per i proprietari di siti e-commerce

I siti di mobile retail hanno due grandi interessi: gli smartphones e i tablet.
La principale differenza nell'usare siti di e-commerce su un cellulare e su un computer sta nelle dimensioni ridotte dello schermo e le limitate capacità dei browser nei dispositivi mobile.
I siti internet standard semplicemente non sono adatti per uno schermo piccolo; sarà dunque necessario ottimizzarli per gli utenti mobile.

Per i tablet, con uno schermo più grande, la maggior parte dei siti funziona piuttosto bene, ma il grande problema è Flash, una tecnologia comunemente utilizzata sui siti ma non supportata da tutti i tablet, iPad incluso.

Buzzeo ci spiega che "è importante assicurare al vostro sito una versione adatta per smartphone, proporla in una versione diversa ai clienti su un tablet e su un'altra versione ancora su un computer. Assicuratevi anche che il vostro sito di e-commerce possa determinare quali dispositivi stia utilizzando un visitatore, per adattarsi ai loro display in automatico".

Rendere il vostro sito internet adatto a un dispositivo mobile è un'operazione molto più facile da eseguire su un tablet rispetto a uno smartphone; se non avete già a vostra disposizione diverse versioni del vostro sito di online retail, quest'anno è arrivato il momento di cambiare, altrimenti resterete indietro

Tendenze mobile e dati sulle aziende di e-commerce

Nel corso dell'ultimo anno abbiamo trattato diversi aspetti relativi alle tecnologie mobile e all'e-commerce.
Ecco qui le 5 citazioni e fatti principali di commercio mobile dal 2011.

  1. La più comune attività di acquisti mobile è la ricerca prodotti e l'analisi dei prezzi, che il 15% dei proprietari di telefoni mobile svolge ogni mese (fonte: Ricerca di mobile commerce per venditori online).
  2. Secondo Annette Tonti, un sito adatto al mobile è la migliore opzione per le piccole e medie imprese a corto di liquidi. Lei sostiene: "Un'altra grande differenza è la spesa per l'implementazione e la manutenzione a lungo termine di una app mobile. Un sito web è molto meno costoso da creare e da gestire". (fonte: Gli esperti di commercio mobile parlano alle piccole imprese).
  3. Il 30% dei proprietari di tablet li hanno usati per fare acquisti online, mentre ad oggi soltanto il 25% dei proprietari di smartphone hanno usato i loro cellulari per lo stesso scopo (fonte: Ricerca di mobile commerce per venditori online).
  4. Gavin Miller, sviluppatore informatico di spicco e co-proprietario di RandomType Inc, consiglia che i proprietari di siti di e-commerce tengano in considerazione le seguenti strategie per migliorare l'esperienza vissuta da chi possiede un tablet: "semplificatene l'interfaccia, rendetelo attraente e usatelo voi stessi, in prima persona". (fonte: Mobile Commerce: Chi compra tablet e iPad spende di più).
  5. "Ci sono tantissimi consumatori che usano smartphones e hanno sempre internet a portata di mano"ha detto l'analista Laurie McCabe. "È un ottimo modo per ottenere un vantaggio competitivo". Il fatto che in tantissimi stiano scegliendo di passare a smartphone e dispositivi per navigare su internet è la forza trainante di questa tendenza. (fonte: Gli esperti di commercio mobile parlano alle piccole imprese).

 

Chi è Vagle Beal? Stabilitosi in Nova Scotia, Canada, ha passato gli ultimi dieci anni contribuendo alla stesura di articoli e recensioni su più di 20 pubblicazioni di tema tecnologico, compresi Webopedia e E-commerce Guide. Potete trovarlo su Twitter sul profilo @AuroraGG

[fonte: http://www.ecommerce-guide.com/news/trends/article.php/11827_3939771_/Top-2012-Ecommerce-Trend-Retailers-Need-to-Move-to-Mobile.htm]