La domenica mattina si scrive meglio: i bambini restano a letto un po' di più, non sono obbligato a guardare le decine di email arrivate, la maggior parte delle email non tratta di lavoro e non ho l'ansia prestazione dal dover correre fuori alle 7.30 con i bambini per portarne uno a scuola e l'altra all'asilo. Quando le giornate cominciano presto, si pensa di avere un sacco di tempo: ma io mi sveglio ogni mattina alle 6 e alla sera, distrutto, mi rendo conto che ci vorrebbero più ore per fare tutto quello che ho in testa.

Comunque...dicevo: di domenica mattina si scrive meglio, si leggono e si trovano contenuti interessanti, si ha più voglia di condividerli.

Ecco, quindi, per il vostro web marketing, un modo alternativo di guardare al marketing contenutistico: rompi le regole di cui spesso parliamo perché la prima regola è che non ce ne sono. Per attirare visitatori sul tuo sito web può andare bene tutto. 

Vediamo alcuni esempi, prima di entrare nel merito della questione

Ammiccare con un pubblico vasto

Non tutti sanno che è Skeletor. E meno ancora quelli che lo amano, ma Honda ha gettato al vento la prudenza e lo ha fatto diventare la stella della loro ultima campagna commerciale .

L'utilizzo di altri personaggi "di nicchia" li porta, spot dopo spot, ad allargare il pubblico, approfittando delle affinità casuali che possono legare i consumatori marchio.

Focalizzarsi sui vantaggi competitivi

...ci stanno chiedendo di connetterci con quello che sono non con quello che fanno. Non è un #win?

Cosa fanno gli utenti, non il prodotto

Alle fine non so cosa fa in più un Macbook rispetto agli altri computer. Ma ne voglio uno, e voglio metterci un adesivo attorno alla mela.

Il coraggio di essere diversi

E con il coraggio di essere diversi, si premia l'audacia di non essere dimenticati. Qualcuno si è offeso quando ha visto per la prima volta lo spot, ma la maggior parte era divertita e lo trovava simpatico.

Non annoiarti

https://www.youtube.com/watch?v=cKhqUOncefY#t=23

Riuscite davvero a trattenervi?

La riconoscibilità del nome è tutto.

Avete dubbi? Parliamo pure di web marketing: quanto più facile è farvi trovare da qualcuno se conosce il vostro nome, oltre a quello che produce?

Ma come fare per produrre contenuti che vengano ricordati e possano far ricordare il vostro nome?

a. Scrivi nel modo giusto...

Hai dato voce alla tua marca con un linguaggio coinciso, ma sei sicuro di essere credibile? Scrivi paragrafi brevi e leggibili, ma vale la pena ricordare quello che dite? E se utilizzate parole semplici per essere capiti facilmente da tutti, siete sicuri che i vostri lettori vi considerino banali?
In realtà ci sono un sacco di regole nella scrittura, fatte apposta per essere infrante.

b. Il contenuto grande è meglio

Se stai puntando ad essere seguito da un grande numero di persone, pensa ad un grande e grosso contenuto. E' la teoria del "Content Flow" per la quale non stai scrivendo tante storie, ma un'unica grande storia con tanti scene. L'unico modo di creare una connessione di lungo termine con il tuo pubblico è quella di introdurre variazioni nella tua strategia e connettere tutte le variazioni raccontando un'unica grande storia.

c. Racconta delle storie

Raccontare storie è fantastico. Ma niente può farti desiderare di più un elenco puntato di oggetti di scena di valore, come sederti in un grosso raduno di persone e metterti ad urlare delle storie. Vuoi sapere cosa funziona di più? Fai dei test!

d. I migliori titoli seguono questa formula

Tutti sono d'accordo che serve un buon titolo. La disputa può essere questa, comunque: cliccabile e credibile?

personal branding

Qual è lo scopo di un titolo ? Pensiamo quando sono nati i titoli che definiamo "buoni": titoli - nella nostra accezione - sono stati creati per vendere giornali. I venditori di quotidiani, stavano sugli incroci delle strade importanti gridando i titoli nel tentativo di vendere quel giornale. La notizia doveva essere ridotta all'osso e diventare interessante per ottenere lettori interessati: non doveva dire troppo per far passare la voglia di comprarlo, e doveva stimolare la curiosità, anche giocando un po' con le parole. Era una competizione su quei pochi titoli strillati, perché in una città c'erano solo due o tre giornali che davano le notizie simili. Non era una competizione visiva. Non come quella che trovi su web. E' facile disperarsi di fronte a così tanti risultati che riportano notizie come la nostra. Ecco perché facciamo i contenuti, per trovare visibilità.

Concorso per occhi era meno feroce , perché una città aveva solo tanti giornali , ma costano di carta e redattori erano sempre felice di ricevere un cliente abituale . Oggi la competizione per bulbi oculari si sente ancora più rigido perché è difficile farsi notare nel vasto mare di internet . E 'facile sentirsi un po' disperata . E sembra che il costo opportunità di voltare le spalle un cliente è molto più basso di quanto non fosse prima . Ma non stiamo facendo i contenuti come un prodotto ? Ha la qualità del prodotto importante?

Non c'è dubbio che i titoli sono fondamentali per attirare lettori. Puoi spendere anche il 20% delle energie per realizzare un articolo solo per trovare il titolo corretto. Un pessimo titolo potrebbe far perdere il traffico al tuo sito

I segreto nascosto dei contenuti cliccabili?

  • usa i "grilletti psicologici"  "strano", "libero ", " incredibile" e "segreto" per creare un senso di urgenza nel lettore;
  • fai domande che nel lettore possano creare un dubbio. Stile:  "Si possono aumentare le vostre vendite del 45 % in soli 5 ​​minuti al giorno ?" in modo che il lette si chiede "boh, che ne so...posso?" e venga a vedere.
  • fai domande che stimolino la curiosità, come guardare dal buco della serratura. Come, per esempio "Cosa ti avrebbe detto tua madre sule banche (e come non farlo sapere ai tuoi amici)"
  • Numero / grilletto psicologico + aggettivo + parola chiave + promessa = Killer Headline. Esempio:
    11 segreti (numero/grilletto) fuori dalle regole (aggettivo) sul content marketing (parola chiave) per realizzare contenuti unici (promessa)

Molti lettori - coscientemente o meno - considerano il titolo una promessa. Così ricorda che, se usi iperbole nel titolo e poi scrivi alcuni punti veloci senz'anima, ci saranno dei lettori che potrebbero non essere proprio soddisfatti.

E' quest la "zona di pericolo" per i titolo. Spesso, dietro a grandi titolo, si rischia di trovare contenuti poveri. Non sempre i titoli "mantengono le promesse". Se volete essere ricordati ed associare positività al vostro brand, dovete evitare questo effetto disillusione. Siate creativi con i titolo, ma pensate prima al contenuto.

e. Pubblicare o morire

Sì, lo so. Un calendario editoriale è terribile perché impone dei ritmi creativi alla vostra vita. Mentre la pubblicazione di nuovi contenuti su base regolare può essere una buona idea, è anche un buon modo per rimanere bloccati nella palude dell'inconsistenza. Il martedì' si fa l'intervista al fornitore perché questo è quello che si fa il martedì.
Salti un giorno la pubblicazione di un post? Questo è quello che è successo su Moz (hanno provato)

no articoli pubblicati

Il mondo non è finito. La base degli articoli precedenti ha retto comunque il traffico. Ricordate che i blog non sono Twitter e non saranno dimenticati se hai già una reputazione di buoni contenuti . Pubblicare quando si ha qualcosa da pubblicare, questa dovrebbe essere la regola.

f. Pensa prima di pubblicare ovunque

Sei sicuro che condividere il tuo contenuto ovunque e con la stessa metodologia sia la tattica migliore? Dai ai tuoi pubblici ciò che vogliono, non ciò che hai.
Adatta i tuoi contenuti ai differenti pubblici che hai su Facebook e su LinkedIn (per fare due esempi), cerca di capire cosa si aspettano da te le persone che ti seguono sui vari canali.

Il decalogo del content marketing "non convenzionale"

Ecco quindi un decalogo che chi produce contenuti dovrebbe tenere sempre presente.
Stampatevelo ed appendetelo a fianco della vostra scrivania.

  1. Le affinità casuali che puoi instaurare con i tuoi consumatori, li connettono profondamente al tuo brand.

  2. Parla di come le persone utilizzano il tuo prodotto. Non solo di ciò che c'è di sorprendente in esso.

  3. Il coraggio di essere diversi è l'audacia di essere ricordati .

  4. ... gridare il tuo nome ai quattro venti, non è l'unico modo per farti ricordate dalla gente per anni.

  5. Considera il pubblico durante la scrittura di quel titolo

  6. Il mondo non finisce quando non carichi un post in una particolare data o per rispettare un piano editoriale

  7.  Pubblica quando hai qualcosa da pubblicare.

  8. Come fai a sapere veramente se funziona se non ti sei spinto al limite?

  9. Si potrebbe annoiare qualcuno. Si potrebbe offendere qualcuno. Potrebbe anche succedere che così crei dei legami più forti con i tuoi clienti.

  10. Goditi la corsa all'innovazione piuttosto che la noia dell'imitazione .

 

Fonte: